Vai al contenuto
Home » Categoria » E » Elisa (Artist) » Diari Aperti (album)

Diari Aperti (album)

Diari Aperti 2018
Pubblicità

Artist: Elisa
Released:
October 26,2018
Genre:
Pop
Language:
Italian
Label:
Universal Music GroupUniversal Music Italy
Recorded at the:
Milan/Rom, Italy EU
Prize:

  • FIMI Federazione Industria Musicale Italiana October 26,2018 (Gold Disc + 25,000 copies sold)

Track listings:

  • 1 |Tutta un’altra storia – Elisa Toffoli
  • 2 | Se piovesse il tuo nome –Calcutta, Vanni Casagrande, Dario Faini (2 Extract)
  • 3 |Tua per sempre – Davide Petrella
  • 4 | Anche fragile – Elisa Toffoli (3 Extract)
  • 5 | Promettimi – Elisa Toffoli
  • 6 | L’amore per te – Elisa Toffoli
  • 7 | L’estate è già fuori – Elisa Toffoli, Davide Petrella
  • 8 | Con te mi sento cosi – Elisa Toffoli, Andrea Rigonat, Davide Petrella
  • 9 | Vivere tutte le vite – Elisa Toffoli, Cheope, Federica Abbate
  • 10 | Come fosse adesso – Elisa Toffoli
  • 11 | Quelli che restano –Elisa Toffoli, Francesco De Gregori (1Extract)

Tutta Un’Altra Storia

Un casino ti mette allegria
Ti da l’idea che ci sia sempre uno spazio
Per lo sbaglio in più
Sbaglio in più, sbaglio in meno
Mi fa simpatia
La coscienza di Zeno
Un casino e una tana sicura
Il telo da mare
La coperta di lana
La polvere balla sulle lenzuola
La notte è più bella se la vita è dura


Aria di stare fuori la sera
E senti la pura voglia di essere bella
E la pagina gira
Aria che pompa dentro la ruota
E gira leggera meglio di prima
Solleva tutta la casa
Dai aria alle mura


E al mattino guardare
Se il bianco dell’uovo
Adesso ha formato un veliero
Tu navigando in un bicchiere
E issa le vele
La notte di San Lorenzo
Se accade si dice
Sarà un anno più bello
Un anno migliore
Esprimi desiderio, oh oh


Aria di stare fuori la sera
E senti la pura voglia di essere bella
E la pagina gira
Aria che pompa dentro la ruota
E gira leggera meglio di prima
Dio che solleva tutta la casa
Dai aria alle mura


Un casino, tolta la malinconia
Ti da anche un vantaggio
Vedi tutto da vicino
È difficile trarti in inganno
Scovi il burattinaio
Come in Matrix quando


Neo piega il cucchiaio
Oh oh oh
Oh oh oh
Oh oh oh


Aria di stare fuori la sera
Aria che senti la pura voglia di essere bella
E la pagina gira
Aria che pompa dentro la ruota
E gira leggera meglio di prima
Dio che solleva tutta la casa
Dai aria alle mura


Dio adesso lavale gli occhi tu che puoi
Fai che mi vedano come il mare
Dai aria, porta una buona nuova
Io ballo su MJ
Perché mi muove come l’aria
L’aria mi racconta tutta un’altra storia

Writers:


Video

Se Piovesse Il Tuo Nome

Non ci siamo mai dedicati
dedicati le, le canzoni giuste
forse perché di noi
non ne parla mai nessuno
Non ci siamo mai detti le parole
non ci siamo mai detti le parole giuste
neanche per sbaglio
neanche per sbaglio in silenzio
La città è piena di fontane
ma non sparisce mai la sete
sarà la distrazione
sarà, sarà, sarà
che ho sempre il Sahara in bocca
La città è piena di negozi
ma poi chiudono sempre
e rimango solo io
a dare il resto al mondo
Se in mezzo alle strade
o nella confusione
piovesse il tuo nome
io una lettera per volta vorrei bere
in mezzo a mille persone
stazione dopo stazione
e se non scendo a quella giusta è colpa tua
Non ci siamo mai visti per davvero e
non ci siamo mai presi per davvero in giro
neanche per sbaglio
neanche per sbaglio in silenzio
la città incontra il tuo deserto
che io innaffio da sempre
sarà la mia missione
sarà, sarà, sarà
che ho un fiore nella bocca
Se in mezzo alle strade
o nella confusione
piovesse il tuo nome
io una lettera per volta vorrei bere
in mezzo a mille persone
stazione dopo stazione
e se non scendo a quella giusta è colpa mia
Ma senza te chi sono io
un mucchio di spese impilate
un libro in francese che poi non lo so neanche
neanche bene io
se devi andare pago io
scusa se penso a voce alta
scusa se penso a voce alta
Se in mezzo alle strade
o nella confusione
piovesse il tuo nome
io una lettera per volta vorrei bere
in mezzo a mille persone
stazione dopo stazione
e se non scendo a quella giusta è colpa mia

Writers: Elisa Toffoli,Calcutta, Dario Faini, Vanni Casagrande


Tua Per Sempre

Amore mio ti aspetto sempre
E mai un’attesa è stata vana
Del resto non mi importa niente
Se questa notte ancora chiama
Se serve per sfiorarci ancora
Nessun rimpianto dura una vita intera
La nostra storia è complicata
Dicono si può sbagliare
Questa città si è illuminata
Quando ci ha visti lì a parlare
C’è chi si stringe, chi si perde
Comunque vada resto tua per sempre
Tanto resto tua per sempre
Non so mentire al cuore mio
Ogni volta è facile scappare via
L’amore a volte è una bugia
Comunque vada resto tua
Resto tua
Se cercherai chi sono stata
Ritroverai chi sono adesso
In questo viaggio sono andata
Se siamo qui ci sarà un senso
Vedrai che il tempo non ci prende
Comunque vada resto tua per sempre
Tanto resto tua per sempre
Non so mentire al cuore mio
Ogni volta è facile scappare via
L’amore a volte è una bugia
Comunque vada resto tua
Resto tua
Amore mio ti aspetto sempre
E mai un’attesa è stata vana
Vedrai che il tempo non ci prende
Comunque vada resto tua per sempre
Tanto resto tua per sempre
Non so mentire al cuore mio
Ogni volta è facile scappare via
L’amore a volte è una bugia
Un solo attimo e sono tua per sempre
Conosci bene il nome mio
E che importa
Se le promesse sono eterne
Se non ci credi non fa niente
Comunque vada resto tua
Comunque vada resto tua
Segnala un problema

Writers: Davide Petrella


Video

Anche Fragile

Tienimi su quando sto per cadere
Tu siediti qui, parlami ancora se non ho parole
Io non te lo chiedo mai
Ma portami al mare, a ballare
Non ti fidare
Sai quando ti dico che va tutto bene così
E perdonami, sono forte, sì
Ma poi sono anche fragile


Non serve a niente di particolare
Solo tornare a pensare che tutto è bello e speciale
Non si dice mai, ma voglio impegnarmi
Salvare un pezzo di cuore
Io non vivo senza sogni e tu sai che è così
E perdonami se sono forte, sì
E se poi sono anche fragile
Vieni qui


Ma portati gli occhi e il cuore
Io ti porto un gelato che non puoi mangiare
E piangiamo insieme che non piangi mai, mai
E non nasconderti con le battute, non mi allontanare
Invece dimmi cosa ti andrebbe di fare
E ridiamo insieme che ridiamo sempre, sempre, sempre
Ma non basta mai, mai
Io un confine non lo so vedere


Sai che non mi piace dare un limite, un nome alle cose
Lo trovi pericoloso e non sai come prendermi, mi dici
Ma non so se ti credo
Senza tutta questa fretta mi ameresti davvero?
Mi cercheresti davvero?
Quella forte, sì, però anche quella fragile
Vieni qui


Ma portati anche gli occhi e il cuore
Io so disobbedire questo lo sai bene
E piangiamo insieme che non piangi mai, mai
E non nasconderti con le battute, non mi sconcentrare
Stiamo a vedere dove possiamo arrivare
E ridiamo insieme che ridiamo sempre, sempre, sempre
Ma non basta mai, mai, mai, mai
Mai, mai, mai, mai, mai, mai, mai
Vieni qui


Ma portati anche gli occhi e il cuore
Io ti porto un gelato che non puoi mangiare
E piangiamo insieme che non piangi mai, mai
E non nasconderti con le battute, non mi sconcentrare
Stiamo a vedere dove possiamo arrivare
E ridiamo insieme che ridiamo sempre, sempre, sempre
Ma non basta mai, mai, mai, mai
Mai, mai, mai, mai, mai, mai

Writers: Elisa Toffoli


Promettimi

Promettimi che prima di dormire
Qualche volta non tutte le sere
Ti innamorerai più poco o tanto
Non ti accontenterai
Promettimi che prima di pesare
il prossimo passo e pensare se vale
Ti ricorderai
Di sentire dentro cosa vuoi


Voci di miele da ricordare
Risalire come marinai nel mare
Non sentirne confine
Non sentirne confine


Promettimi di fare entrare il sole
Che asciuga le ossa e scalda bene il cuore
Anche quando vivresti solo di notte di guai
Promettimi di non mentirti mai
Non prendere in giro pensando che poi
Non vantarti a caso
E non sentirti migliore mai


Voci di miele da riascoltare
Per risalire come marinai nel mare
Non trovarne confine
Io con te ho imparato a dire
Ti voglio bene
E a saltare senza contare
E’ che conta quel che rimane
E’ che conta quel che rimane


Tutto scende per risalire
Se tiene duro e si lasciare andare
E tutto passa per un canale
Tutto serve tutto è speciale


E così che mi piace pensare
Io con te ho imparato a dire
Ti voglio bene
E a saltare senza contare
E’ che conta quel che rimane
Cambia tutto ma quello resta
Sempre uguale
Credo che sia questo amore
E credo che sia questo amare

Writers: Elisa Toffoli


L’amore Per Te

È di colpo che è arrivata la musica
C’è chi la chiama America, chi la scossa elettrica
Io so solo che vivevo di aria, scusa se sembra retorica
Eri tutto il contrario di quel che cercavo
Che credevo giusto per una come me
Invece chi ha visto lontano qui è lui
Ha il gusto di eterno più bello che mai


L’amore per te non si fa scrivere su un foglio
Lo si fa cantare in una canzone, ma intanto
Mi lascia così senza fiato
Bello come un sole appena nato


Prima o poi lo vedi che non è logica
La vita che ci capita non è matematica
Ci si prende per lasciarsi più andare
Forse scoprire che è unica
Un po’ dolce un po’ amaro
Un po’ fango un po’ cielo
Dove trovi tanti anni in un cinema?
Nel posto dove non si guarda mai
Quel pugno in faccia che il tempo per noi


L’amore per te non si fa mettere da parte
Non mi fa pensare che a te e alle nostre impronte
Belle così disordinate
Alcune giuste altre sbagliate
Ma l’amore per te è unico a regola d’arte
È come fosse magico e voltasse le carte
Un po’ come te che non sai mai niente
E poi mi leggi nella mente se ti va


Ta-ra-ra
Ta-ra-ra
Ta-ra-ra, ra-ra-ra
Ta, ta-ra-ra
Tu-tu-ru-ru
Tu-tu-ru-ru
Tu-tu-ru


Se mi prendi le mani e sorridi mi sento unica
Mi sento l’unica
E noi possiamo fare tutto ma dimmelo ancora che sono libera
Dentro la vita a cui non penso mai
In quel pugno in faccia che è il tempo per noi


L’amore per te è stupido e non gli importa di niente
Non si fa consigliare, non sa farti domande
È fatto così, irriverente
Non ci passa neanche per la mente
Ma l’amore per te è unico a regola d’arte
È come fosse magico e voltasse le carte
Un po’ come te che non sai mai niente
E poi mi leggi nella mente se ti va

Ta-ra-ra
Ta-ra-ra
Ta-ra-ra, ra-ra-ra
Ta, ta-ra-ra
Tu-tu-ru-ru
Tu-tu-ru-ru
Tu-tu-ru


Ta, ta-ra-ra
Ta-ra-ra
Ta-ra-ra, ra-ra-ra
Ta, ta-ra-ra
Tu-tu-ru-ru
Tu-tu-ru-ru
Tu-tu-ru

Writers: Elisa Toffoli


L’Estate È Già Fuori

Esta juventud, que baile
Divertios, amaos
Basta de malo rollos

L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già, mh
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già, mh

Tra alberi e incroci
Polvere e uccifi, senza un perché
L’estate è già fuori
La notte si è accesa
Il vento è un pianeta
E tu come stai?
L’estate è già fuori
Le luci per strade portano a casa
Credici un po’ che non siamo soli

L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già fuori

Improvvisamente facile, facile, facile
Io e te su un filo che non c’è, che non c’è, che non c’è
Ma tu resta, ma tu resta
E stringimi se resto
E stringimi, io resto
Io resto qui
Che l’estate è già fuori
Tra suono del mare
Sogni e zanzare
Gente nei bar
L’estate è già fuori
Le storie incompiute
Piccole scuse
Scopro chi sei dai passi che muovi

L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già fuori

Improvvisamente facile, facile, facile
Io e te su un filo che non c’è, che non c’è, che non c’è
Ma tu resta, ma tu resta
E stringimi se resto
E stringimi, io resto
Io resto qui
Che l’estate è già fuori

L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
E l’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già
L’estate è già fuori, fuori, fuori, fuori
Fuori, fuori, fuori, fuori
Fuori, fuori, fuori, fuori
Fuori, fuori

Esta juventud, que baile


Improvvisamente facile, facile, facile
Io e te su un filo che non c’è, che non c’è, che non c’è
Ma tu resta, ma tu resta
E stringimi se improvvisamente facile
Io e te su un filo che non c’è
Ma tu resta, ma tu resta
Stringimi se resto
Stringimi, io resto
Io resto, io resto qui
Mh, che l’estate è già fuori

Writers: Elisa Toffoli, Davide Petrella


Con Te Mi Sento Così

Another lie you told me about
You say it on the run
And every line you turn to say
Baby it is a lie


È che mi sento fragile
Se qui non ci sei tu
È che non cerco niente sai
Non voglio niente in più


È che mi sento stupida
Non chiedermi perché
Farfalle nello stomaco
Mi portano via con te


Oh oh oh
Come una piuma leggera
Oh oh oh
Con te mi sento così
Oh oh
E niente può fermarmi, tradirmi, spezzarmi
Se so che tu ci sarai


Che ci sarai
È che mi sento piccola
Se qui non ci sei tu
Facciamo un nodo all’anima
E non svegliarmi più


Oh oh oh
La prima stella di sera
Oh oh oh
Con te mi sento così
Oh oh
Niente può fermarmi, tradirmi, spezzarmi
Se so che tu ci sarai
Che tu ci sarai


E ballo con gli spiriti
Per mano insieme a te
I giorni sono numeri
Il tempo qui non c’è


Nel buio di quegli angoli
Io non piango più
Le cose sono semplici
Da quando ci sei tu


Oh oh oh
Come una piuma leggera
Oh oh oh
Con te mi sento così
Oh oh
E niente può fermarmi, tradirmi, spezzarmi
Se so che tu ci sarai


Che ci sarai
Che ci sarai
Che ci sarai

Writers: Elisa Toffoli, Andrea Rigonat, Davide Petrella


Vivere Tutte Le Vite

Stesi alla luce del giorno
Con gli occhi annegati nel mondo
Senza più malinconia
Che mi porti via
Neanche l’idea
Non c’è niente che cambierei
Ci stavo già pensando da un po’
Da quando non mi importa più di quello che non ho
Che non ho
E non voglio
Vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo
Fingere tutte le volte
Di esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
Vedere ogni limite e farsi più sottile
Sempre più deboli le mie paure


Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove


Tutto arriva anche se non lo chiedi
Di solito quando non te lo spieghi
E quello che non passa mai
Quasi sempre poi
Poi vince lui
E non serve
Vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo
Fingere tutte le volte
Di esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
Vedere ogni limite e farsi più sottile
Sempre più deboli le mie paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove


Lo sai cos’è
È che non c’è niente da perdere
E trovo più grande di te
La devi prendere
Un po’ così com’è
Un po’ così com’è
Com’è
E non voglio vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo
Fingere tutte le volte
Di esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
Vedere ogni limite e farsi più sottile
Sempre più deboli quelle paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove


E come fossi onnipotente
Avere le parole pronte, essere un gigante
Così forte da non chiedere mai niente (e non sapere più cos’è la fine)
Vedere ogni limite e farsi più sottile
Sempre più deboli quelle paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove

Writers: Elisa Toffoli, Cheope, Federica Abbate


Come Fosse Adesso

Uh uh, uh uh, uh uh
Uh uh, uh uh, uh uh
Se ti ricorderai
Per quanto è possibile
Del mio braccio rotto e l’Esta The versato su di me
Caduta con la bici addosso e il cane nel ’92
Quando eravamo in due
E tu che mi sorridi come fosse adesso
Come fosse adesso


Hai gli occhi accesi anche se guardi in basso
A me non importa, per me fa lo stesso
Io so che ci sei, io so che ci sei
Io so che ci sei


E se ti sentirai
Ancora adesso invicibile
Dopo i pugni in faccia alzi lo stereo a palla
Col tuo cuore a molla
Metti i sogni in fila e poi conti i cadaveri
E dai la colpa agli altri che danno i numeri
E mi dici che il mondo non è più lo stesso
Che non è più lo stesso


A me sembra strano, per te invece è giusto
Certo che da fuori può sembrare buffo
Tu ci pensi mai? Tu ci pensi mai?
Tu ci pensi mai?


E quando correrai
Col tuo mantello invisibile
Io correrò con te
Perché si corre insieme anche se poi si è soli
E ci si contraddice, tu non me lo chiedere
Io ci sarò per te


E senza una morale, senza che sia scritto
Senza ragione o torto
Non sarà mai o forse sarà presto
Io ti strigno forte, poi ti porto dentro
E so che ci sei, e so che ci sei


Io so che ci sei
Uh uh, uh uh, uh uh
Uh uh, uh uh, uh uh

Writers: Elisa Toffoli


Video

Quelli Che Restano

È che mi chiedevo se la più grande fatica è riuscire a non far niente
A lasciare tutto com’è fare quello che ti viene
E non andare dietro la gente
È che mi perdevo dietro a chissà quale magia
Quale grande canzone in un cumulo di pietre
Sassi più o meno preziosi
E qualche ricordo importante che si sente sempre


È che mi lasciavo trascinare in giro dalla tristezza
Quella che ti frega e ti prende le gambe
Che ti punta i piedi in quella direzione opposta
Così lontana dal presente
Ma noi siamo quelli che restano
In piedi e barcollano su tacchi che ballano
E gli occhiali li tolgono e con l’acceleratore fino in fondo
Le vite che sfrecciano


E vai e vai che presto i giorni si allungano
e avremo sogni come fari
Avremo gli occhi vigili e attenti
E selvatici degli animali


È che mi voltavo a guardare indietro e
indietro ormai per me non c’era niente
Avevo capito le regole del gioco
E ne volevo un altro
Uno da prendere più seriamente


È che mi perdevo dietro chissà quale follia
Quale grande intuizione tra piatti sporchi e faccende
Tra occhi più o meno distanti
E qualche ricordo importante che si sente sempre
Ma noi siamo quelli che restano
In piedi e barcollano su tacchi che ballano
E gli occhiali li tolgono e con l’acceleratore
Fino in fondo le vite che sfrecciano
E vai e vai che presto i giorni si allungano e avremo sogni come fari
Avremo gli occhi vigili e attenti e selvatici degli animali
E più di una volta e più di un pensiero
È stato così brutto da non dirlo a nessuno


Più di una volta sei andato avanti dritto
Dritto sparato contro un muro
Ma ti sei fatto ancora più male aspettando qualcuno
Ma ti sei fatto ancora più male aspettando qualcuno


Siamo quelli che restano in piedi e barcollano su tacchi che ballano
E gli occhiali li perdono e sulle autostrade
Così belle le vite che sfrecciano
E vai e vai che presto i giorni si allungano e avremo sogni come fari
Avremo gli occhi vigili e attenti
E selvatici e selvatici selvatici


Siamo quelli che guardano una precisa stella in mezzo a milioni
Quelli che di notte luci spente e finestre chiuse
Non se ne vanno da sotto i portoni
Quelli che anche voi chissà quante volte
Ci avete preso per dei coglioni
Ma quando siete stanchi e senza neanche una voglia
Siamo noi quei pazzi che venite a cercare
Quei pazzi che venite a cercare
Quei pazzi che venite a cercare
Quei pazzi che venite a cercare

Writers: Elisa Toffoli, Francesco De Gregori