Vai al contenuto
Home » 📋Categoria » R (📋Categoria) » Riki (Artist) » Live & Summer Mania (Album)

Live & Summer Mania (Album)

Live Summer Mania | Deluxe Edition 2018 (Album)

Artist: Riki
Released: June 18, 2018
Genre: Pop
Language: Italian, English, Spanish
Label: Sony Music Entertainment – Sony Music Italy
Prize:
Track listings:

  • 1 | Dolor de cabeza (feat. CNCO) (2 Extract)Riccardo Marcuzzo,Cnco
  • 2 | Mal di testa (feat. CNCO) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo Scirè, CNCO
  • 3 | Tremo (dolce vita) (1 Extract) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 4 | Sbagliato (feat. Lowlow) – Riccardo Marcuzzo, Giulio Elia Sabatello , Massimiliano Dagani , Mario Marco Fracchiola
  • 5 | Riki mania (Live) Just music / instrumental
  • 6 | Mania (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo
  • 7 | Frena (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 8 | Se parlassero di noi (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 9 | Balla con me (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 10 | Replay (Live) – – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 11 | So che stasera (Live) – Just music / instrumental
  • 12 | Sei mia (Live) – – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 13 | Dentro la notte (Live) Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 14 | Ti luccicano gli occhi(Live) – – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 15 | Vendicativa (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 16 | Credi in te (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 17 | Ainam (Live) Just music / instrumental
  • 18 | E scatta (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 19 | Polaroid (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 20 | Tremo (Acustic) (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 21 | Rumore di fondo (Acustic) (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 22 | Nei tuoi gesti (Live) – Just music / instrumental
  • 23 | Aspetterò lo stesso (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo,Fabrizio Ferraguzzo
  • 24 | In equilibrio (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo
  • 25 | Perdo le parole (Live) – Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo

Live Summer Mania | Deluxe Edition

  • Cd1 Live & Summer Mania
  • Cd2 Mania

Dolor de cabeza (feat. CNCO)

Pubblicità / tel: +39 3460730605

Mirando el celular chequeando sin parar
no me respondes nada o esto me anda
mal yo reconfirmo que mi texto te llegó
también confirmo que tú me estás ignorando

y luego de unos días de un silencio atroz
recibo un corazón y un mensaje de voz
como que entre los dos nada nada pasó
y ahora yo siento que esto se está complicando
y luego tú me haces pasar por ti
y en tu puerta recibo un texto y dice “estoy durmiendo”
y cuando vuelvo a verlo más extraño es que
a mi aquí me figura que túsigues escribiendo

Yo todo lo que quiero es invitarte a bailar
pasearnos de la mano por toda la ciudad
me esquivas y me evitas con delicadeza
y la excusa de hoy es un dolorde cabeza
sería tan divertido que salgamos tú y yo


Primero dices si luego me dices que no
tú vienes y te vas con tanta sutileza
y la excusa de hoy es un dolor de cabeza
De cabeza de cabeza
Dime amor que no te duele la cabeza la cabeza


De nuevo mi pantalla se vuelve a encender
me dices que a las siete nos podremos ver
te digo “dime donde” yo allí estaré


Y me dejas colgado sin una respuesta
y luego tú me haces pasar por ti
y en tu puerta recibo un texto
y dice “estoy durmiendo” y cuando vuelvo a ver
lo más extraño es que
a mi aquí me figura que túsigues escribiendo


Yo todo lo que quiero es invitarte a bailar
pasearnos de la mano por toda la ciudad
me esquivas y me evitas con delicadeza
Y la excusa de hoy es un dolorde cabeza
sería tan divertido que salgamos tú y yo


Primero dices si luego me dices que no
tú vienes y te vas con tanta sutileza
Y la excusa de hoy es un dolor de cabeza
De cabeza de cabeza
Dime amor que no te duele la cabeza la cabeza


Porque será que siempre pasa así
Y nunca muestras ni un poquito de arrepentimiento
Y vuelve a suceder es una y otra vez
no sé por que razón es que te sigues escondiendo
a mi aquí me figura que tú sigues escribiendo


Yo todo lo que quiero es invitarte a bailar
pasearnos de la mano por toda la ciudad
me esquivas y me evitas con delicadeza
Y la excusa de hoy es un dolorde cabeza
sería tan divertido que salgamos tú y yo


primero dices si luego me dices que no
tú vienes y te vas con tanta sutileza
Y la excusa de hoy es un dolor de cabeza
De cabeza de cabeza
Dime amor que no te duele la cabeza la cabeza

Writers:Riccardo Marcuzzo,Cnco

Mal di testa (feat. CNCO)

Eh eh, eh oh, CNCO babe
Eh eh, eh oh

Accendo il blocco schermo
E tu non hai risposto
Non è arrivato niente
Ho il cellulare rotto
Però poi la conferma delle spunte sotto
Conferma che non sei un amore corrisposto
Fra scuse ed altre accuse
Intanto chiedi scua
Messaggi di incoerenza e intanto sei confusa
Invitanti nel vietare
L’invitare la lettura
Riflessi e riflessioni da leggere con cura

E dopo un po’ mi fai, “Vieni da me”
Io sotto casa aspetto mi scrivi sto dormendo
E quando torno poi
La cosa strana è che
Io sotto il tuo contatto leggo sempre
“Sta scrivendo”Amore dimmi ancora, “Voglio stare con te”
Perché tu sia contenta vogli io stare con te
Mi dici, “Corri in fretta, ” e un’altra volta, “Aspetta”
Adesso dimmi, amore, non hai mal di testa?

In fondo, stiamo insieme, divertiamoci un po’
Mi chiami cento volte poi mi dici di no
Sei quella che si cerca quella che mi spetta
Adesso dimmi, amore, non hai mal di testa?
Mal di testa, eh eh
Mal di testa, eh oh
Dime amor que no te duele la cabeza, la cabeza

De nuevo mi pantalla se vuelve a encender
Me dices que a las siete nos podremos ver
Te digo dime en dónde yo allí estaré
Y me dejas colgado sin una respuesta

Y luego tú me haces pasar por ti
Y en tu puerta recibo un texto y dice estoy durmiendo
Y cuando vuelvo a ver
Lo más extraño es que
A mí aquí me figura que tú sigues escribiendo

Amore dimmi ancora, “Voglio stare con te”
Perché tu sia contenta vogliio stare con te
Mi dici, “Corri in fretta, ” e un’altra volta, “Aspetta”
Adesso dimmi, amore, non hai mal di testa?

In fondo, stiamo insieme, divertiamoci un po’
Mi chiami cento volte poi mi dici di no
Sei quella che si cerca quella che mi spetta
Adesso dimmi, amore, non hai mal di testa?
Mal di testa, eh eh
Mal di testa, eh oh
Dime amor que no te duele la cabeza, la cabeza

Por qué será que siempre pasa así
Y nunca muestras ni un poquito de arrepentimiento
Y vuelve a suceder es una y otra vez
No sé por qué razón es que te sigues escondiendo

Yo todo lo que quiero es invitarte a bailar
Pasearnos de la mano por toda la ciudad
Me esquivas y me evitas con delicadeza
Y la excusa de hoy es un dolor de cabeza

In fondo, stiamo insieme, divertiamoci un po’
Mi chiami cento volte poi mi dici di no
Sei quella che si cerca quella che mi spetta
Adesso dimmi, amore, non hai mal di testa?
Mal di testa, eh eh
Mal di testa, eh oh
Dime amor que no te duele la cabeza, la cabeza
De cabeza (Un dolor de cabeza)
De cabeza (Un dolor de cabeza)
Dime amor que no te duele
La cabeza, la cabeza, la cabeza

Writers: Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo Scirè, CNCO


Tremo (dolce vita)

Come stai? Io sono in stanza
Sto scrivendo a degli amici per distrarmi
E’ che mi sento un vuoto in pancia
Come aerei e temporali in mille viaggi

Essere tuo amico non mi cambia niente
Dicono di aver pazienza e darti tempo
Mi sveglio e mi domando se va tutto bene
Si va tutto bene
Ma dopo mi ricordo e poi non mi addormento

E intanto tremo, tremo
Tanto c’è chi non ci crede
E quando cedo, cedo
Faccio finta che stia bene
E quando parlo parlerò di te
E so che perdo tempo inutile
Perché poi tremo e tremo
Chiudo gli occhi e sogno e allora tu ci sei, oh oh
E qui vicino adesso sei, sei
Oh oh, sei

Altro impegno, altro albergo
Altra corsa per rincorrerci per sempre
Più cuscini sul mio letto
Non ho sonno e tutto questo non mi serve

Quante cose perse che potremmo fare
Ora ti accontenti, ma non sei contenta
Non ho fame e mangio per non starci male
Un po’ meno male
E meno male adesso che la luce è spenta

E intanto tremo, tremo
Tanto c’è chi non ci crede
E quando cedo, cedo
Faccio finta che stia bene
E quando parlo parlerò di te
E so che perdo tempo inutile
Perché poi tremo e tremo
Chiudo gli occhi e sogno e allora tu ci sei
E qui vicino adesso sei
E qui vicino adesso sei, sei
Ah ah, sei

Writers: Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo


Sbagliato (feat. Lowlow)

Ci perdiamo uno nell’altra, saltiamo la quarta ora
Scritte sbiadite sui muri del bagno a scuola
La prof Santini è solo una stupida troia
Forse da oggi in poi diranno la stessa cosa di me
Che diranno della nostra storia?
Chi mi dice che sei serio e non vuoi solo quella cosa?
Camminiamo mano per la mano e l’invidia è una rosa
Un po’ ci lusinga ed un po’ ci addolora
Ogni ragazza sogna uno come te che non la faccia mai sentire sola
E se ti tocco come Stranger Things mi sento sotto sopra
Come lo facciamo sotto o sopra?


Sarà come prendersi delle colpe e poi per la mano
Senza ciò che provavi ieri, che non va e non ti starà mai
Sarà come perdersi, ma sott’acqua così prendo fiato
Scivolando, ciò che ho, che hai, di così sbagliato


Sei tu l’idiota non sai che cosa ti perdi
Quando mi rivorrai non riuscirai neanche a vedermi
Lara mi diceva che i ragazzi sono vermi
Non è oro ciò che luccica, i miei occhi sono verdi
Tu dove sei? Dovresti essermi vicino
Sei soltanto un bambino e io da te aspetto un bambino
Mi hai sempre detto che non esiste il destino
Ma adesso che mi ha colpito si attorciglia l’intestino
E Dio se ci sei perché ora non mi guardi?
Forse mi ha tolto il futuro per donarlo ad altri?
Nel fiore dei miei anni mi condanni
Mamma fuori piange di nascosto mentre asciuga i panni
Ma la vita è mia


Sarà come prendersi delle colpe e poi per la mano
Senza ciò che provavi ieri, che non va e non ti starà mai
Sarà come perdersi, ma sott’acqua così prendo fiato
Scivolando, ciò che ho, che hai, di così sbagliato


Questa è la storia di una ragazza normale
Devo scegliere un finale degno
Le storie comuni sono straordinarie
E io non sono il tipo che fa la morale
Io dico solo pensa con la tua testa
Scegli con il tuo cuore, di vita hai soltanto questa
Sorridi non per gli altri, solamente per te stessa
Sei una principessa e noi brilliamo di luce riflessa


Sarà come prendersi delle colpe e poi per la mano
Senza ciò che provavi ieri, che non va e non ti starà mai
Sarà come perdersi, ma sott’acqua così prendo fiato
Scivolando, ciò che ho, che hai, di così sbagliato

Writers: Riccardo Marcuzzo, Giulio Elia Sabatello , Massimiliano Dagani , Mario Marco Fracchiola


Riki mania

Just music / instrumental


Mania

Mania, Mania
Quel frangente fra la gente e te

Mania, Mania, oh oh oh
Oh oh oh oh

Mania (Mania), Mania, oh oh oh
Oh oh oh oh, oh oh

Writers: Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo


Frena

La distanza in ogni paragone
Tra le scuse ma tranne quelle buone
Sei la prima cosa da vedere
Ciò che volevo, a cui volevo bene
Ma é l’amore in fondo che ci scherza
Che si arrende ma intanto ci ripensa
Che mi stringe mentre ti allontani
Sai che mi cerca e tende alla tua mani
Per quanto nascosto non so se mi vede
Per quanto mi serve la testa ripete


Frena
Non essere impulsivo
Non essere ossessivo
Aspetta ancora, ancora un altro po’
Frena
Per tutto quel che è fatto
Per essere soddisfatto
Distratto attento
Ad ogni tuo se lei comunque indugia
Frena
Si lei frena
No, lei è in grado di fermarsi prima di


C’è più gioco e gioia quando vinci
Si mi vuoi ma poi mi respingi
Avvicino quello che mi serve
Ho vicino e vinco ciò che poi si perde


Ma ti chiamo e dopo ne risento
Se non sento più quello che ti rendo
Tu mi stringi mentre ti allontani
So che mi prendi e cerchi le mie mani
Per quanto ci provi non so se ci crede
Per quanto mi serve la testa ripete


Frena
Non essere impulsivo
Non essere ossessivo
Aspetta ancora, ancora un altro po’
Frena
Per tutto quel che è fatto
Per essere soddisfatto
Distratto attento
Ad ogni tuo se lei comunque indugia
Frena
Si lei frena
No, lei è in grado di fermarsi prima di te


Frena chi prova sentimenti
Perché prova a sentirli ancora
Ogni prova che si rispetti
Se mi prova un po mi migliora


Frena
Non essere impulsivo
Non essere ossessivo
Aspetta ancora, ancora un altro po’
Frena
Per tutto quel che è fatto
Per essere soddisfatto
Distratto attento
Ad ogni tuo se lei comunque indugia
Frena
Si lei frena
No, lei è in grado di fermarsi prima di te

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo


Se parlassero di noi

Se parlassero di noi, noi
Non gli dire non so niente
Ma indugia un po’ e vai via
Senza vergogna o rancore

Se parlassero di noi, di noi
Non rispondere decisa
Racconta che a volte è così
Senza più intenti tra gli errori
Tra vuoti e delusioni
Per te, per noi, perché

Se faccio piano poi non va
Ma non fa niente
Se non mi chiedi mai che c’è
Con gli occhi sempre
Dimmi che va bene
Mentre sorridi e stai con me
Più passa il tempo più non mi passa
Tu stai con me e stai con me

Se ogni cosa poi non va
Un’altra volta
E se ci proviamo ma non c’è
Una risposta
Corri via distratta
Tanto la gente sa di noi
Ma non importa non conta altro
Ho scelto te e scelgo te

Se parlassero di noi
Non gli dire non so niente
Frasi perse nel silenzio
Fra le scuse senza un senso
Se parlassero di noi
Non gli dire non so niente
Resta ferma, resta dove sei, sei

Se faccio piano e poi non va
Ma non fa niente
Se non mi chiedi mai che c’è
Con gli occhi sempre
Dimmi che va bene
Mentre sorridi e stai con me
Più passa il tempo, più non mi passa
Tu stai con me e stai con me

Se ogni cosa poi non va
Un’altra volta
E se ci proviamo ma non c’è
Una risposta
Corri via distratta
Tanto la gente sa di noi
Non importa e non conta
Ho scelto te, no no no
Oh oh oh, hm hm hm, hm hm

Writers: Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo


Balla con me

Cosa ti manca
Adesso che è estate
Luce intorno che va un po’ più giù
Quando si balla
Tu lasciati andare
Prima piano e poi tanto di più

Parto che fa tardi, un party sulla spiaggia
Il sole che ci lascia e resta in mezzo all’acqua
Vento in diagonale che cambia e torna uguale
La musica che sale

Balla con me, balla con me
Balla con me, balla con me, balla con me

Sento il cuore che batte
In questa notte infinita
Non ti fermare voglio ballare
Voglio restare qui insieme a te
Ogni secondo che passa
Ogni momento è più bello
Prova a stupirmi emozionarmi
Dimmi amore balla con me

Balla con me, balla con me
Balla con me, tu balla con me

Cosa ti manca
Stanotte è perfetta
Che si accende lì dove sei tu
E dove si balla
E sembra di stare
Prima in alto e poi sempre più su

Parto che fa tardi, un party sulla spiaggia
Il sole che ci lascia e resta in mezzo all’acqua
Vento in diagonale che cambia e torna uguale
La musica che sale

Sento il cuore che batte
In questa notte infinita
Non ti fermare voglio ballare
Voglio restare qui insieme a te
Ogni secondo che passa
Ogni momento è più bello
Prova a stupirmi emozionarmi
Dimmi amore balla con me

E balla con me e balla con me
E balla con me e balla con me

Adesso aspetta ancora
È tutto nei tuoi movimenti se ora
Tu non ti fermi mai
E adesso aspetta ancora

È tutto nei tuoi movimenti se non ti fermi mai
Sento il cuore che batte
In questa notte infinita
Non ti fermare voglio ballare, voglio restare qui insieme a te
Ogni secondo che passa
Ogni momento è più bello
Prova a stupirmi emozionarmi
Dimmi amore balla con me

Balla con me, balla con me
Balla con me, tu balla con me

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo


Replay

I love you, I hate you, I’m sorry
Distinguo ciò che ho perso da ciò che vorrei
I love you, I hate you, I’m sorry
Riguardi indietro e aspetti cercando un Replay

Lascia le valigie e i documenti
Contrasti di Londra dai toni spenti
Come le ballerine viste ieri al Fay
La dici che le scrivi ma poi non lo fai

Ragazza di Chelsea in salopette
Vista all’entrata dentro al hotel
Mi chiede se usciamo traduco distratto
Non posso lo giuro tra poco riparto
Dal vetro i paesaggi che passano
Si gettano indietro a mi mancano
Istanti che lenti si adattano
Se vuoi… (se vuoi)

Ricordi distorti che corrono
Si fermano e poi si nascondono
Mi scrivi in Inglese qualcosa che parla di noi

I love you, I hate you, I’m sorry
Distinguo ciò che ho perso da ciò che vorrei
I love you, I hate you, I’m sorry
Riguardi indietro e aspetti cercando un Replay

Contorni fluorescenti senza colore
Si chiudono le porte dell’ascensore
Come le ballerine viste ai party night
L’errore lo capisci solo quando vai
Mi chiedi se torno ma non lo so
Gambe incrociate sulla chaise longue
Guance rigate dai pianti a mascara
Occhi a diamante la pelle più chiara
Dal vetro i paesaggi che passano
Si gettano indietro a mi mancano
Istanti che lenti si adattano
Se vuoi… (se vuoi)

Ricordi distorti che corrono
Si fermano e poi si nascondono
Mi scrivi in Inglese qualcosa che parla di noi

I love you, I hate you, I’m sorry
Distinguo ciò che ho perso da ciò che vorrei
I love you, I hate you, I’m sorry
Riguardi indietro e aspetti cercando un Replay

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo


So che stasera

Just music / instrumental


Sei mia

È buio e piove e quindi tutti dentro
in coda senti il tempo e non il freddo
in quel locale in centro di Milano e di modelle
Che riflette la tendenza a shorts e chiodi in pelle

A un tratto entra quella che vorresti
Liti, frasi sconce e sguardi persi
Ragazza da top copertina e mai troppo coperta
Che ti fa girare indietro e poi girar la testa

Parigine come amiche e sulle gambe
E lo sguardo da diva provocante
Ho occhi solo per te, hai occhi solo per te
Parigine come amiche e sulle gambe
E lo sguardo da diva provocante
Ho occhi solo per te, per te

Se so che stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non lo ammetto, ti guardo
E so che stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non la smetto e tutto
Trema alla tua voce che mi tocca più veloce poi
Mi tocca stare al gioco perché poi manca poco e so che
Stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non la smetto

Guarda con indifferenza intorno
La differenza è tutta nel suo corpo
Un po’ di trucco giusto appena attorno agli occhi
Il trucco di sapersi bella e che tanto ti volti

Parigine come amiche sulle gambe
E lo sguardo da diva provocante
Ho occhi solo per te, hai occhi solo per te
Parigine come amiche sulle gambe
E lo sguardo da diva provocante
Ho occhi solo per te, per te se so che
Stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non lo ammetto ti guardo e so che
Stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non la smetto e tutto
Trema la tua voce che mi tocca più veloce
Poi mi tocca stare al gioco perché poi manca poco e so che
Stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non la smetto
E so che sei mia
E che stasera tu sei mia
E che stasera tu sei mia
E che stasera tu sei mia

Prima senti poi mi tenti sperimenti menti ritenti
E vai e vai e vai e vai
Prima senti poi mi tenti sperimenti menti ritenti
E vai più giù e vai più giù
Se so che stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non lo ammetto
Ti guardo e so che
Stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non la smetto e tutto
Trema la tua voce che mi tocca più veloce
Poi mi tocca stare al gioco
Perché poi manca poco e so che
Stasera sei mia chi o cosa tu sia
Ti guardo e non la smetto
E so che sei mia
E che stasera tu sei mia
E che stasera tu sei mia
E che stasera tu sei mia
E che stasera tu sei mia mia mia

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo


Dentro la notte

Perdersi
Come si fa tra le persone nei locali la notte
Trovandosi
A metri di distanza per guardarsi più volte
Sei distante
Rimanda le domande a dopo
Sei distante
Ti cerco fra tante


Tutto si accende e cade
Non resta che saltare
Noi persi dentro la notte, la notte
Tra sogni e scie di vetro
E il tempo torna indietro
Noi persi dentro la notte, la notte
Prendi la mira e poi lascia andare
Finché non ci fa male
Prendi la mira e poi lascia andare


Perderci
Come si fa con le domande che non hanno risposte
Trovandoci
A un passo dal cadere per tenerci più forte, più forte
Sei distante
Rimanda le domande a dopo
Sei distante
Ti cerco fra tante


Tutto si accende e cade
Non resta che saltare
Noi persi dentro la notte
Tra sogni e scie di vetro
E il tempo torna indietro
Noi persi dentro la notte, la notte
Prendi la mira e poi lascia andare
Finché non ci fa male
Prendi la mira e poi lascia andare


Spazi stretti
Perde prima chi si sposta
Cosa aspetti?
Tocca a te la prima mossa
In mondi più originali
Mi sfiori con le mani
Spinti tra volumi troppo alti, parli e attendo
Ma vieni più vicina, no?
Che non ti sento


Tutto si accende e cade
Non resta che saltare
Noi persi dentro la notte, la notte
Tra sogni e scie di vetro
E il tempo torna indietro
Noi persi dentro la notte, la notte
Prendi la mira e poi lascia andare
Finché non ci fa male
Prendi la mira e poi lascia andare

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo


Ti luccicano gli occhi

Alzi lo sguardo che si finge disperato
Perché invidioso di chi porta a sé l’amore
E deride e prende in giro in giro sente
La compassione per la gente che lo ha ormai gettato

Giri di parole, parole a mezza voce
Parole che provengono dal cuore
Spoglie di rinneghi, a volte senza tempo
A volte che provvedono ai ripieghi

Ti fermi e aspetti,
Ti luccicano gli occhi
E poi provi a guardare lo stesso

Chi se ne frega se va avanti
Tanto vale andare indietro
Ti accorgi di un rumore solo quando si ferma
Rimane ciò che vedi e intorno tutto é spento
Invece tu pretendi che stia bene se ti parlo
Quando poi quando poi ti luccicano gli occhi

Il sole del mattino ti sveglia vuoi dormire
Copre i peccati sotto il tuo cuscino
Lasci ciò che ottieni volendo ormai l’opposto
Cammini e parli sempre di nascosto
Ti perdi e poi cadi sei stanca per rialzarti
Ma non riesci a fermarti lo stesso

Chi se ne frega se va avanti
Tanto vale andare indietro
Ti accorgi di un rumore solo quando si ferma
Rimane ciò che vedi e intorno tutto è spento
Invece tu pretendi che stia bene se ti parlo
quando poi quando poi ti luccicano

Ma se alla fine ci parliamo
Quella volta che va bene
Rispondi e non riattacchi
O riattacchi a insultare
Quella volta che va bene
Che riesci a trattenerti
È quella in cui ti luccicano gli occhi

Provi a incrociare con lo sguardo chi ti ama
E ti incoraggia a risalire senza fretta
Non è sincero il tuo sorriso e sa che in fondo
Com’eri forte prima adesso sai
Ti luccicano gli occhi

Chi se ne frega se va avanti
Tanto vale andare indietro
Ti accorgi di un rumore solo quando si ferma
Rimane ciò che vedi e intorno tutto è spento
Invece tu pretendi che stia bene se ti parlo
Quando poi quando poi ti luccicano gli occhi

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo


Vendicativa

Forse è il suono del lamento della metro quando frena
Così che tutto trema
O il tramonto della scorsa sera
Luce calda che prima non c’era
Forse è il suono del contorno del mondo che ho intorno
Che sfasa attorno
Che farfuglia di frasi ogni giorno
Che si spegne e mi sveglia se dormo


E’ come faccio io?
E come faccio io?
E’ come faccio io?
E come faccio ora io?


Perché tanto la gente è cattiva
Vende cara la pelle ed è vendicativa
Ogni cosa non va
Chi riceve non dà
Apri gli occhi e mostra come sei


E le cose le fanno per bene
Eppure è niente di tutto ciò che conviene
Ogni cosa non va chi riceve non dà
Apri gli occhi e mostra come sei
Non sei uno che si beve la giornata sul divano
E la sorseggia piano
Che se è buona c’è qualcosa di strano
Che se cola la cancella di mano
C’è chi crede nella voglia di non fare per riuscire
E se arriva alla fine
Annuisce ma senza capire
E lì si ferma per non ripartire


Tra dire il fare c’è chi resta al dire
Chi vuole fare per dopo tradire
E c’è quello che sbaglia ma non imparando
Ritenta, che vivi a comando


E’ come faccio io?
E come faccio io?
E’ come faccio io?
E come faccio ora io?


Perché tanto la gente è cattiva
Vende cara la pelle ed è vendicativa
Ogni cosa non va
Chi riceve non dà
Apri gli occhi e mostra come sei
E le cose le fanno per bene
Eppure è niente di tutto ciò che conviene
Ogni cosa non va chi riceve non dà
Apri gli occhi e mostra come sei


Apri gli occhi e mostra come sei
Apri gli occhi e mostra come sei
Apri gli occhi e mostra come sei
Apri gli occhi e mostra come sei


Luoghi di storie e poesie
Come le stazioni
Convinzioni riposte in ricordi di convenzioni
Tutti guardano ciò che è normale
Vedersi bene nel vendersi male
Tutti guardano fuori che c’è
Quello che fai
Fuori chi c’è
E non si guardano dentro mai
Non si guardano dentro mai


Perché tanto la gente è cattiva
Vende cara la pelle ed è vendicativa
Ogni cosa non va
Chi riceve non dà
Apri gli occhi e mostra come sei
E le cose le fanno per bene
Eppure è niente di tutto ciò che conviene
Ogni cosa non va chi riceve non dà
Apri gli occhi e mostra come sei


Apri gli occhi e mostra come sei
Apri gli occhi e mostra come sei
Apri gli occhi e mostra come sei
Apri gli occhi e mostra come sei


Forse è il suono del lamento della metro quando frena

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo


Credi in te

Spegni tutto e siediti
Luce fuori dalla finestra
Che corre e gioca a illuminarti
Per quando hai voglia e quanto serva


C’è un’emozione che cresce piano
(In sottofondo)
Non importa se va lontano
(O nel profondo)
Ma basta un niente non pensare a nient’altro
Tue sei tutto se capisci chi sei


E adesso aspetta che
Se ne accorga il mondo
Se guardi bene c’è un lacrima
Lì sul tuo volto
Intanto ridi e giuri: E’ l’ultima
E ti rimetti apposto
Credi in te, credi in te
Credi in te, credi in te


Di allo specchio: Stai a guardare
Sei sul letto e stai ballando
E di alla sveglia: Non mi svegliare
Quando ti accorgi che sto sognando


C’è un’emozione che cresce piano
(In sottofondo)
Non importa se va lontano
(O nel profondo)
Ma basta un niente non pensare a nient’altro
Tu sei tutto se capisci chi sei


E adesso aspetta che
Se ne accorga il mondo
Se guardi bene c’è un lacrima
Lì sul tuo volto
Intanto ridi e giuri: E’ l’ultima
E ti rimetti apposto
Credi in te, credi in te
Credi in te, credici

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo


Ainam

Just music / instrumental


E scatta

Just music / instrumental


Polaroid

Fermo il motore, tu ferma il momento
Ma fallo davvero e non dallo schermo
Spazio finito che adesso ci serve
È tutto stupendo e non dura per sempre

Mano al volante, con l’altra ti tengo
Dita e specchietti che tagliano il vento
Rendi l’istante da impresso a reale
Non più digitale

Frammenti sfocati dispersi nel cielo
Mentre parli di noi
Respira, chiudi gli occhi e scatta e scatta

Riflessi infuocati filtrati dal cielo
Mentre parli di noi
Respira, chiudi gli occhi e scuoti
La polaroid

Scatti che scorri che poi non cancelli
Che scatti veloce, che poi non ci pensi

Mano al volante, con l’altra ti tengo
Dita e specchietti che tagliano il vento
Rendi l’istante da impresso a reale
Non più digitale

Frammenti sfocati dispersi nel cielo
Mentre parli di noi
Respira, chiudi gli occhi e scatta e scatta

Riflessi infuocati filtrati dal cielo
Mentre parli di noi
Respira, chiudi gli occhi e scuoti
La polaroid

Trattieni il futuro pensandolo adesso
Perdona il passato e fai tutto più intenso
Ai lati orizzonti che acquistano senso
Ora è tutto perfetto

Frammenti sfocati dispersi nel cielo
Mentre parli di noi
Respira, chiudi gli occhi e scatta e scatta
Riflessi infuocati filtrati dal cielo
Mentre parli di noi
Respira, chiudi gli occhi e scuoti
La polaroid
La polaroid

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo


Tremo (Acustic)

Come stai? Io sono in stanza
Sto scrivendo a degli amici per distrarmi
E’ che mi sento un vuoto in pancia
Come aerei e temporali in mille viaggi


Essere tuo amico non mi cambia niente
Dicono di aver pazienza e darti tempo
Mi sveglio e mi domando se va tutto bene
Si va tutto bene
Ma dopo mi ricordo e poi non mi addormento


E intanto tremo, tremo
Tanto c’è chi non ci crede
E quando cedo, cedo
Faccio finta che stia bene
E quando parlo parlerò di te
E so che perdo tempo inutile
Perché poi tremo e tremo
Chiudo gli occhi e sogno e allora tu ci sei, oh oh
E qui vicino adesso sei, sei
Oh oh, sei

Altro impegno, altro albergo
Altra corsa per rincorrerci per sempre
Più cuscini sul mio letto
Non ho sonno e tutto questo non mi serve

Quante cose perse che potremmo fare
Ora ti accontenti, ma non sei contenta
Non ho fame e mangio per non starci male
Un po’ meno male
E meno male adesso che la luce è spenta

E intanto tremo, tremo
Tanto c’è chi non ci crede
E quando cedo, cedo
Faccio finta che stia bene
E quando parlo parlerò di te
E so che perdo tempo inutile
Perché poi tremo e tremo
Chiudo gli occhi e sogno e allora tu ci sei
E qui vicino adesso sei
E qui vicino adesso sei, sei
Ah ah, sei

Writers: Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo


Rumore di fondo (Acustic)

Labbra sul vetro
Fanno il fuori appannato a condense che sciolgono il freddo
Dimmi se è vero
Se ridi mentre piangi singhiozzi felice un sorriso sincero
Fuori il niente, tu sei tutto quello che per me cercavo
Prendi ciò che ti serve
Che poi non torniamo
Chiama l’ascensore, chiama un taxi, chiudo casa e usciamo
Prendi ciò che ti serve
Che ti prendo per mano


Cosa aspetti se adesso che piove
Sai già quello che farei
Stiamo sotto la pioggia e si corre
Prendimi dove sei
Poi rientriamo e restiamo per ore
Sei già quello che vorrei
Temporale che cade col sole
Che ti cerca come sei


Finalmente mi perdo
Ed è facile
Ricordarci lo stesso
Ricordarti che
Finché qui dentro stiamo noi
Non c’è nient altro
Finché qui dentro stiamo noi
E nessun altro
Finché io e te qui abbiamo noi
Non dir nient’altro
Finché io e te abbiamo noi
Il resto è solo rumore di fondo


Ogni cosa va, si spegne e poi diventa colore
Cambio direzione in corsa senza fare rumore
Cambio prospettive in forse per lasciarle da sole
E lasciarle da sole, ah ah
Giochi con le dita, ti nascondi e sussurri: Andiamo
Poi ti mordi le labbra
Poi le rilasci piano
Gambe un po’ scoperte, dai fa niente allora usciamo
Prendi tempo e mi guardi
Che ti prendo la mano


Cosa aspetti se adesso che piove
Sai già quello che farei
Stiamo sotto la pioggia e si corre
Prendimi dove sei
Poi rientriamo e restiamo per ore
Sei già quello che vorrei
Temporale che cade col sole
Che ti cerca come sei


Finalmente mi perdo
Ed è facile
Ricordarci lo stesso
Ricordarti che
Finché qui dentro stiamo noi
Non c’è nient altro
Finché qui dentro stiamo noi
E nessun altro
Finché io e te qui abbiamo noi
Non dir nient’altro
Finché io e te abbiamo noi
Il resto è solo rumore di fondo


Ogni cosa va, si spegne e poi diventa colore
Cambio direzione in corsa senza fare rumore
Cambio prospettive in forse per lasciarle da sole
E lasciarle da sole

Writers: Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo


Nei tuoi gesti

Just music / instrumental


Aspetterò lo stesso

E’ sempre stato tutto solo un gran casino
Coincidenze convogliate in un respiro
Che si fottano le voci di contorno
E’ strano dirtelo sapendole nel torto
Ed ogni cosa adesso torna al proprio posto
Anche se è meglio il caos del suo concetto opposto
Ci ragiono, mi convinco che chi sente
Che non ha mai ragione e vince non ha niente

E non so
Se vale la pena lasciarmi andare
O vale la pena lasciarti andare
In ogni caso mi va bene così

Perché da adesso tutto sembrerà lo stesso
E fuori il mondo appare come veramente è
Io per distrarmi dei dettagli nei tuoi gesti
Aspetterò (ti aspetterei)

E mentre il giorno corre intorno e non gli importa
Ed ogni cosa resta ferma a ciò che c’è
Io per distrarmi dei dettagli nei tuoi gesti
Aspetterò lo stesso, hm

Il tempo passa piano e il tempo fuori è calmo
So solo fingere interesse quando parlo
Poi non parlo, resto zitto per sentire
Che suono fa l’indecisione sul finire

E non so
Come comportarmi quando ti vedo
Come comportarmi se non ti vedo
In ogni caso mi va bene così
Perché da adesso tutto sembrerà lo stesso
E fuori il mondo appare come veramente è
Io per distrarmi dei dettagli nei tuoi gesti
Aspetterò (ti aspetterei)

E mentre il giorno corre intorno e non gli importa
Ed ogni cosa resta ferma a ciò che c’è
Io per distrarmi dei dettagli nei tuoi gesti
Aspetterò lo stesso, lo stesso, lo stesso

Aspetterò quella sensazione di ogni incontro
Che di fretta ci cancella ciò che c’è intorno
Quel tuo taglio degli occhi sottile
Che se ridi anche l’iride ride, ride, ride

Writers: Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo,Fabrizio Ferraguzzo


In equilibrio

Ogni mia distanza persa
Non mi conforta
La luna è bella anche se nera
Anche se storta
Quando guardo non c’è
L’istante in cui si alza in alto
L’istinto muore
Le labbra asciutte e cicca in bocca
Senza sapore
Tutto freme se c’è
Inevitabile


Dimmi quello che non conta
Dimmi solo se ci sei
Sto in equilibrio, in equilibrio
Quindi sto in equilibrio e gira, gira, gira
Dimmi quello che non conta
Ora è facile
Sto in equilibrio, in equilibrio
Quindi sto in equilibrio e gira, gira, gira


In equilibrio, oh, in equilibrio, oh oh
In equilibrio, oh, in equilibrio


Precaria è l’attenzione quando
Non si conforma
Riferimenti che stravolti
Non danno forma
Quando ho gli occhi da flash
La festa cala in corpo e intanto
È lei che vince
La testa che ti parla in fretta
Ma non convince
Tutto calma lo stress
Inesorabile


Dimmi quello che non conta
Dimmi solo se ci sei
Sto in equilibrio, in equilibrio
Quindi sto in equilibrio e gira, gira, gira
Dimmi quello che non conta
Ora è facile
Sto in equilibrio, in equilibrio
Quindi sto in equilibrio e gira, gira gira


In equilibrio, oh, in equilibrio, oh oh
In equilibrio, oh, in equilibrio, oh oh

Writers: Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scapuzzo


Perdo le parole

La corsa con te in braccio fatta per le scale
Confondere lo zucchero al posto del sale
E ridere di niente che poi ci porta a foto di noi
Ad un selfie venuto male

La pioggia allunga il cocktail fatto per restare
Ed il tuo mondo vola intanto il ghiaccio cade
Tu piano ti addormenti che poi ti porto dentro se vuoi
Mentre ti resto a guardare

Dimmi qualcosa qualcosa che resta
Senza fare di più che la scena è perfetta
Se quando ti guardo è già tutto migliore
Perdo le parole

Prova con gli occhi a dirmi ciò che non riesci
Quando al centro sei tu con i tuoi movimenti
Se quando capisco che esiste l’amore
Perdo le parole

Alzi la radio e quindi abbassi lo schienale
E piazza della scala sembra decollare
Ti porto le mani sugli occhi ed aspetta a parlare
Sì ma non sbirciare

Spazi immensi spazio tempo e temporale
Le gocce si rincorrono sulle vetrate
Hai da finire ancora quel film ma amore è tardi stai qui
Se no ti svelo il finale
Dimmi qualcosa qualcosa che resta
Senza fare di più che la scena è perfetta
Se quando ti guardo è già tutto migliore
Perdo le parole

Prova con gli occhi a dirmi ciò che non riesci
Quando al centro sei tu con i tuoi movimenti
Se quando capisco che esiste l’amore
Perdo le parole
E perdo le parole
E perdo le parole
E perdo le parole

Dimmi qualcosa qualcosa che resta
Senza fare di più che la scena è perfetta
Se quando ti guardo è già tutto migliore

Prova con gli occhi a dirmi ciò che non riesci
Quando al centro sei tu con i tuoi movimenti
Se quando capisco che esiste l’amore
Perdo le parole
E perdo le parole
E perdo le parole
E perdo le parole
Perdo le parole

Writers:Riccardo Marcuzzo, Riccardo Scir Scapuzzo