Vai al contenuto
Home » Playlist (Album)

Playlist (Album)

Pubblicità

Artist: Salmo
Released:
November 9, 2018
Genre:
Hip Hop
Language:
Italian – English
Label:
Sony Music Entertainment Sony Music Entertainment Italy
Prize:

  • 4/5 June 2019 Seat Music Awards 2019 (Album Award “Seat Music Awards 2019”)

Track listings:

  • 1 | 90min Maurizio Pisciottu (1 Extract)
  • 2 | Stai zitto (Salmo – Fabri Fibra)  Maurizio Pisciottu, Fabrizio Tarducci
  • 3 | Ricchi e morti Maurizio Pisciottu, Davide Pavanello
  • 4 | Dispovery Channel (Salmo – Nitro) –Maurizio Pisciottu, Nicola Albera 
  • 5 | Cabriolet (Salmo – Sfera Ebbasta) – Maurizio Pisciottu, Gionata Boschetti (3 Extract)
  • 6 | Ho paura di uscire Maurizio Pisciottu
  • 7 | Sparare alla Luna – Maurizio Pisciottu, Silvano Albanese (4 Extract)
  • 8 | PxM – Maurizio Pisciottu
  • 9 | Il cielo nella stanza (Salmo – Nstasia) Maurizio Pisciottu, Ashley Nastasia Griffin (2 Extract)
  • 10 | Tiè Maurizio Pisciottu, Davide Pavanello
  • 11 | Ora che fai? – Maurizio Pisciottu, Daniele Mungai, Daniele Dezi
  • 12 | Perdonami Davide Mattei, Maurizio Pisciottu
  • 13 | Lunedì Maurizio Pisciottu, Daniele Mungai, Daniele Dezi, Jacopo Lazzarini (5 Extract)

90min 

Yah, questa è l’Italia
Scuola alle suore
Squadra del cuore
Giuro l’ador-
Senza lavor-
Senza rancor- (ehi)
Questa è l’Italia, sì (ehi)
Questa è l’Italia, sì (ehi)

Questa è l’Italia, pistole e dialetto
Parlano stretto
Frate’, non è che non sento
È che proprio non capisco cazzo mi hai detto
Caffè ristretto, corretto
L’estate, il fottuto Cornetto
Ragazzi cresciuti al campetto (Goal per l’Italia)
Poi scendere in piazza per fare a mazzate
Baciare gli anelli di mani mozzate
Disoccupati con ferie pagate
La mafia non fa la vacanza, ti uccide d’estate
Ci fanno una serie TV e tutto è già visto come un déjà vu
La tecnologia che ci porta lontano
Facciamo fatica a parlare italiano
Ora ho problemi sociali
Fortuna, quest’anno vinciamo i mondiali

Prego, sedetevi comodi
Sta cominciando lo show
È come volare in economy
Ma senza le buste del vomito
Corpi vestiti di graffi
Le facce che cercano schiaffi
Ma trovano sempre gli applausi
Applausi, applausi, applausi, applausi
Applausi, applausi, applausi, applausi
Novanta minuti di applausi

Ehi, ehi
Questa è l’Italia, è una mente contorta
Chiudi la bocca o ti levan la scorta
Informazione, sai, qui non informa
I razzisti che ascoltano hip hop
Qualcosa non torna
L’Italia ha il suo fascino snob
Milano è lassù nello smog
Un’opera vecchia che dura da un tot
Non trova un finale come Turandot
Poteri forti, aprono i conti ma chiudono i porti
Rubano i soldi, impossibile opporsi
La gente sorrida coi tagli sui polsi, eh

Pronto soccorso, huh, siamo già morti, ehi
Lottando in un mare di odio, affogati dai nostri rimorsi
Dio non l’ho visto ma ci conosciamo
Odio la Chiesa ma sono cristiano
Prima di essere un vero italiano, cerca di essere umano

Prego, sedetevi comodi
Sta cominciando lo show
È come volare in economy
Ma senza le buste del vomito
Corpi vestiti di graffi
Le facce che cercano schiaffi
Ma trovano sempre gli applausi
Applausi, applausi, applausi, applausi
Applausi, applausi, applausi, applausi
Novanta minuti di applausi

Brr, ehi (ahi)
D’estate in Italia, influenza latina
Cercano la hit estiva
Rum e cocaina, codeina
Sembra che c’hanno la tosse canina
Slaccio la cinghia
Chupa mi, chupa mi pinga
A ‘sti rapper di minchia non gliela do vinta
Ritornerò in cima per dargli una spinta

Avvisiamo i signori passeggeri che questo aereo
Si sta per schiantare al suolo
Allacciate la cintura
Lebon al micPrego, sedetevi comodi
Sta cominciando lo show
È come volare in economy
Ma senza le buste del vomito
Corpi vestiti di graffi
Le facce che cercano schiaffi
Ma trovano sempre gli applausi
Applausi, applausi, applausi, applausi
Applausi, applausi, applausi, applausi
Novanta minuti di applausi

Writers: Maurizio Pisciottu


Stai zitto 

Ehi, se compro l’erba vado in bicicletta
Ehi, sempre meglio che prendere il tram
Ehi, lo sbirro accosta, “Dove vai di fretta?”
Ehi, “La fai una foto? Sono un grande fan”
Ehi, “Ti immaginavo su una Lamborghini”
Ehi, “Ti facevo un filo meno basso”
Ehi, mi viene in mente solo, “Cazzo ridi?”
Ehi, io sono un tipo da profilo basso
Ehi, giro di notte con il passo svelto
Ehi, se parlo poco è perché ho il chiasso dentro
Ehi, in questa vita, bro, ci vuole il culo
Ehi, tu invece hai avuto solo il

Lebon al mic, faccio una strage tipo terzo Reich, scherzo dai
Piacere, Felice, bro, felice mai
Sulla cresta dell’onda, mare Hokusai, Kobrakai
Veterano, io l’ultimo samurai
Voi non siete milionari, non siete Gerry Scotti
Non siete Travis Scott, sembrate tre biscotti
Pistole ad acqua nascoste nei giubbotti
La vita, sì, è infame ma è meglio di Brumotti
Wendy, sono at home, sweet home
“Sta scena è così dolce che sembra una sweetcom
Si vestono da donna poi comprano strap-on
Per trapanarsi il culo fanno Louis Vuitton
Wake up! Wake up! Dico, “sticà, sticà”
Sono in giro in città sul mio pick-up, pick-up
La mia penna spara ancora su chiunque
La musica è una troia, do due colpi e vengo al dunque (bitch)

Mi lamento del paese (stai zitto)
Non arrivo a fine mese (stai zitto)
Tutta colpa dei migranti (stai zitto)
Senegalesi (stai zitto) e marocchini (ma stai zitto)
Tieni le spalle su, stai dritto (uh)
Ti han detto di girare, vai dritto (uh)
Se parli con me stai zitto (yeah)
Stai zitto (ah), ma stai zitto (yah)

Molta gente al diavolo ha venduto solo l’anima
Io ho venduto pure un tour di mille date all’aldilà
Entro di nascosto tipo “Chi va là?”
Ogni quindici minuti muore una celebrità
Faccio shopping online ma la carta non funziona
Dicono “Compra ‘sta ganja” poi la fumi e non è buona
Spendo un capitale ma non siamo a Roma
Questi rapper hanno fame, per mangiare c’è la coda
Sono fan di questa moda di mixare i brand
Ho provato a far lo stesso con i nomi delle band
Entrando in questo club vip
Mettiamo i Sex Pistols coi Public Enemy e facciamo sex in public
Più soldi fai più ci sono drammi
I social causano danni
Non guardo la TV, vecchi programmi
Non credere a nessuno sotto i trent’anni
Mi vorrei reincarnare in un trap boy
Per potere dire solamente “yeah, yeah”
Senza offesa, anche a me piace la trap, poi
A diciott’anni mica scopi se ascolti gli Slayer
Tutti commentano, è un loro diritto
Coi primi quattro dischi c’ho pagato l’affitto
Se non ti piace la mia roba io l’accetto
Dammi un milione e smetto, oppure stai zitto

Sollevo la mia pelle per guardare sotto
Dentro non c’è il sole, piove a dirotto
Sputo fumo, questa weeda fa il cerchio di Giotto
Qualcuno chiami il 118
Ehi, sono a terra già dal primo round
Sai chi veglia sopra le mie barre? Primo Brown
Mi rialzo barcollante, sono a Square Garden
Ho già visto il sole nero tipo Soundgarden
I vecchi scureggioni della pop music
Sono un po’ in difficoltà, sono confusi
In classifica per primi solo i rappusi
Quindi porgo le mie scuse, “Mi scusi”
La gente qui mi dice, “Ma sei pazzo” (“ma sei pazzo”)
Non vedi piove merda sopra questa città, ah
Dovrei farmi anche più spazio
E andare tutto fazio da Fazio a Che tempo che fa

Mi lamento del paese (stai zitto)
Non arrivo a fine mese (stai zitto)
Tutta colpa dei migranti (stai zitto)
Senegalesi (stai zitto) e marocchini (ma stai zitto)
Tieni le spalle su, stai dritto (uh)
Ti han detto di girare, vai dritto (uh)
Se parli con me stai zitto (yeah)
Stai zitto (ah), ma stai zitto (yah)

Writers: Maurizio Pisciottu, Fabrizio Tarducci


Ricchi e morti 

Suono solo per i soldi
Lo faccio solo per i soldi
Vivo solo per il grano
Solo per il cash
Suono solo per i soldi
Lo faccio solo per i soldi
Vivo solo per il grano
Solo per il cash

Sai che cazzo me ne frega a me
Questo jet è il mio privé
Di ‘sta mhh sono il fiancé
Questa mhh sembra Beyoncé
Sono il G come Sinatra
Il mio live è una sfilata
Sempre pronto per il payback
Nel locale 30K per un playback
Così tante fatture, che il fisco è felice
“Bravo”, dice “Fai pure” (mhh)
Ho così tanti contanti
Che piscio da seduto con le mani sui fianchi (mhh)
Ho un’orchestra nel capo, Micalizzi
Chi fa il colpo di stato ha i vitalizi
In città sono il capo, mica Nizzi
Giro corazzato tipo grizzly (brr)
Mon frère, il mio conto è così gonfio, è un Moncler
Per la figa, per il calcio e il Dom Pér
Non per niente qui mi chiamano il bomber (bella bomber!)

Oh mio Dio, sono proprio quello
Che quando arriva gli apri lo sportello
Sono fico e sono bello, fotomodello
E cavalco queste cagne come Sborriello (ahahah)

Suono solo per i soldi
Lo faccio solo per i soldi
Vivo solo per il grano
Solo per il cash (woo)
Suono solo per i soldi
Lo faccio solo per i soldi
Vivo solo per il grano (ah)
Solo per il cashSono il Cristo che moltiplica gli zeri
Ma un miracolo non basta perché, sai, ne voglio ancora
E la vita è così triste
Che mi asciugo queste lacrime con banconote viola (woo)
Voglio tutto e subito
Fumo finché non divento tutto stupido
Meglio non sapere, infatti io non dubito
A chi mi chiede qual è il mio lavoro dico: “Torno subito” (woo)
Ciò che brilla mi attira, ho la testa che gira
Dai tempi del “Non c’ho una lira”
Se ho il broncio mi compro una Beemer, la villa a Cortina
Bro il tempo è denaro e non chiudo la (wah)
Se conto ‘sti fogli poi faccio mattina
Mi sveglio e ho più fame di prima
Interni in pelle con i cerchi d’oro
Giro sulla mia nuova autostima
Cayman, Rayban, Cayenne, Daitarn
Mi trasformo quando performo
Coi capelli gialli tipo Saiyan

Suono solo per i soldi (woo)
Suono solo per i soldi (woo)
Suono solo per i soldi (woo)
Suono solo per i soldi
Suono solo per i soldi (woo)
Vivo solo per il (ah)
Vivo solo per il (ah)
Vivo solo per il grano
Solo per il cash

Writers: Maurizio Pisciottu, Davide Pavanello


Dispovery Channel 

Alla fine sono riuscito a fare più soldi di tutti quei figli di puttana
Che a scuola leccavano il culo al professore per avere un voto in più
E allora sai che ti dico? Affanculo
Sì, amico, vaffanculo

Ringrazio a Dio se siamo nati poveri
Ringrazio i bro se sono ancora
Siamo noi la storia su Discovery
Quando mi fanno il tuo nome rispondo
Sapevi qual è il kit per i veri poveri?
Bitch, drum e birre all’Eurospin
Siamo noi la storia su Dispovery
Poveri, poveri, poveri, poveri, poveri

PoveriÈ una battuta prevenuta quando dico “Spacchi”
Vivi in punta di piedi ma come il duca in tacchi
Tu vuoi battere il rapper che ha la tuta a scacchi
Ma per il rap sembri il figlio di Gianluca Vacchi
Al Valtur, e mi chiedi come va il tour
E il parkour, sono il king come Arthur
Ma questi rapper li rimando tutti a lavorare al Carrefour
Ho il suono casereccio come la polenta
Do una botta e mi risveglio come Lapo Elkann
Ero un povero in città sotto la tormenta
Ora la povertà mi sogna quando si addormenta
Tu sei nato fortunato anche se non hai fatto risultato
E ti hanno detto “Sottovalutato”
Mi dispiace, frate, tu sei solo sottosviluppato
Sei povero quando realizzi
Che un vero ricco non ha vizi (povero)
Sei ricco quando hai capito
Che non hai più nessun amico (povero)
Un tempo ero povero, adesso è una favola
Eppure com’è che mi capita
Il cibo in scatola, la carta igienica a tavola
Come i veri poveri? (povero)

Ringrazio a Dio se siamo nati poveri
Ringrazio i bro se sono ancora
Siamo noi la storia su Discovery
Quando mi fanno il tuo nome rispondo
Sapevi qual è il kit per i veri poveri?
Bitch, drum e birre all’Eurospin
Siamo noi la storia su Dispovery
Poveri, poveri, poveri, poveri, poveri

Check it, prova, tu mi chiedi cosa
Vedo pezzi viola nel tuo perizoma
Cosa prendi in zona, se ti metti in coda
Ora che è ancora di moda il checking baking soda
Ti sto sulle palle perché resto il king
E vi rovescio il beat
Perché prendo il trash e poi lo rendo chic
E mi ci faccio il cash
Anche lontano dai flash della fashion week
Ho una camera che sembra un ecocentro
È già molto che non ci defeco dentro
Mi dai del poveraccio ma non me la prendo
Prima te la prendo e dopo te la vendo
E se voglio grattare so fare meglio di Wolverine
Non serve che rimproveri
Non è che se metti un Montgomery sei Sean Connery
Si nasce signori, si muore da poveri
Poveri, poveri, poveri
Io mi guardo attorno e vedo un mondo di poveri
Dentro la metropoli, dalle piazze ai ricoveri
Fanno le vacanze ma non fanno gli scioperi
Sei un clone di merda, la mia imitazione, un Leone di Lernia
Premi il tasto play, poi mi chiedi “Come ti sembra?”
Fai rap cabaret, vai a Comedy Central
La vita è una corrida già lo so, tu vuoi fare il matador (povero)
Compro la tua vita ma non te la pagherò
No, no dammi il resto in Goleador (povero)
Non capisci quando vieni giù al bar
Tanta ignoranza, ci riempio un bazar
E tu che ti senti una star
Sappi che per me sei il nuovo Kendrick Lamar ma dei poveri

Ringrazio a Dio se siamo nati poveri
Ringrazio i bro se sono ancora
Siamo noi la storia su Discovery
Quando mi fanno il tuo nome rispondo
Sapevi qual è il kit per i veri poveri?
Bitch, drum e birre all’Eurospin
Siamo noi la storia su Dispovery
Poveri, poveri, poveri, poveri, poveri

Writers: Maurizio Pisciottu, Nicola Albera 


Cabriolet 

Uuh, uuh, uuh-uuuh
Uuh, uuh, uuuh, uuh
Uuuh uuh, uuuh, uuuuh
Uuh, uuuh, uuh
(One, two, three, four)

Un ignorante fuoriclasse (huh)
Prego Dio da queste casse (huh)
Come se m’ascoltasse, ah
Benedici questi sognatori senza un euro in tasca e wi-fi, ah
Quando ti svegli e non pensi ai soldi vuole dire che li fai più della SNAI (ah)
È questione di etica
Questi che pensano solo all’estetica
Qui non ci sono punizioni per chi sbaglia
Non ci sono premi per chi merita (ah)
Il talento è un carcere a vita
Una bella tipa, sì, ma senza la fica
In più sei in Italia dove nascono figli già vecchi coi padri all’anticaE allora stica’, eh-eh
Trova ciò che ami e lascia che ti uccida, eh-eh
Domani vai sicuro come sempre
A scuola se ti chiedono “Il futuro dov’è?”, digli “Presente!” (huh)Volevo fare il batterista (il batterista, ehi)
Suonare con un gruppo rock (gruppo rock, ehi)
Meglio che fare il giornalista
E pensare sia un lavoro scrivere su Rolling Stone
Potrei suonare il pianoforte
Vivere in una Cabriolet (Cabriolet, ehi)
Una canzone non salverà il mondo
Ma so che può salvare te

E volevo sfrecciare su una Cabriolet (skrt, skrrt)
Col vento in faccia e coi soldi in tasca (huh)
A duecento all’ora mi sono accorto che (skrt, skrrt)
Anche arrivare primo ormai nemmeno mi basta (huh)
E pure chi mi odia ora mi stringe la mano
Scrivo un’altra strofa corta, un altro disco di platino
‘Sto rapper fa “Bau”, la sua tipa “Miao” (huh)
Io invece quando entro, spacco, esco, ciao (skrt, skrrt)

Volevo fare il batterista (il batterista, ehi)
Suonare con un gruppo rock (gruppo rock, ehi)
Meglio che fare il giornalista
E pensare sia un lavoro scrivere su Rolling Stone
Potrei suonare il pianoforte
Vivere in una Cabriolet (Cabriolet, ehi)
Una canzone non salverà il mondo
Ma so che può salvare te

Volevo fare il batterista (il batterista, ehi)
Suonare con un gruppo rock (gruppo rock, ehi)
Meglio che fare il giornalista
E pensare sia un lavoro scrivere su Rolling Stone
Potrei suonare il pianoforte
Vivere in una Cabriolet (skrrt skrrt, ehi)
Una canzone non salverà il mondo
Ma so che può salvare te

Writers: Maurizio Pisciottu, Gionata Boschetti 


Ho paura di uscire 

Ehi, ehi, ehi
Yaoh, ah

Quando bevo sembro Forrest Gump (yah)
Mi risveglio nel tenente Dunn (yah)
Da questa giungla come un Viet Cong (oh)
Torno a casa dopo il Vietnam (yah)
Felpa arancione tipo Donald Trump (yah)
A Milano matcho con il tram (yah)
Mi perdo pure con il TomTom (oh)
Potrei ballare pure il can can

Non devo dire mai di sì
Meglio non dire mai di sì
Non devo dire mai di sì
Meglio non dire mai di sì

Bevi ques’, fuma quel’
Tira ques’, tira quel’, tira tar’
La mia facc’, ti rassegni
La tua facc’, Tina Turner
Tira a segni, mezzanotte, sull’atten’
Chiama il pusher con il bus, a fari spenti
Fai la fuga nella giungla, con le buste, Esselun’
Dieci grammi, complimenti (yeah)
Sto pensando che fa schifo la coca
Giuro che stanotte bro ci dormirò sopra
Tu-tu-tutto fatto sul sofa
Tipo “Nanananananana, non ricordo la strofa
È un disco be’, lo devo di’
Cose ve’, da non di’
La penna è un crocefisso manda a farsi benedi’
Ho gli anni di Cristo quindi meglio non usci’

Sai quel film che ti dicevo
Fa paura, non ho visto la fine
Vuoi sapere qual è il titolo vero?
Ho paura di uscire (ya), ho paura di uscire (ehi)
Ho paura di uscire (ya), ho paura di uscire (ehi)
Ho paura di uscire (ya)

Forse perché questa giungla non è così verde, non è come i (film)
Forse perché c’è una palla di weeda, 6G nei miei fottuti (jeans)
Forse perché quando vengo la notte mi ingoia, mi strappa la (zip)
E ti giuro, è sicuro, mi lascerà nudo a ballare sul mondo così
Così eh, così eh, così eh, proprio così eh
Così eh, così eh, così eh, proprio così eh

Vengo alla festa e poi piscio
E ti scrivo il mio nome sul muro del pianto
E mi sveglio col cerchio alla testa
Sicuro qualcuno mi avrà fatto santo
Più facile a farsi che a dirsi
Rap cinque stelle ma non Beppe Grillo
Difficile infatti è capirsi
Io porto rispetto solo per chi è brillo
Sapessi quante cose che non racconto
Magari sarà un giorno sì ma non ‘sta volta
Fumo tutto il giorno sono stravolto
Poi mi guardo intorno come John Travolta

Sai quel film che ti dicevo
Fa paura, non ho visto la fine
Vuoi sapere qual è il titolo vero?
Ho paura di uscire (ya) (ehi, ya, ehi)
Ho paura di uscire (ehi), ho paura di uscire (ya)
Ho paura di uscire (ehi), ho paura di uscire (ya)

Forse perché questa giungla non è così verde, non è come i (film)
Forse perché c’è una palla di weeda, 6G nei miei fottuti (jeans)
Forse perché quando vengo la notte mi ingoia, mi strappa la (zip)
E ti giuro, è sicuro, mi lascerà nudo a ballare sul mondo così
Così eh, così eh, così eh, proprio così eh
Così eh, così eh, così eh, proprio così eh

Writers: Maurizio Pisciottu


Sparare alla Luna 

Ho una appunta’ per le nove in punto
Sarò il tipo sulla Punto senza l’antifurto
T’aspetto col cappello unto e con il baffo turco
Attento a non farti seguire, gringo, fatti furbo
Volo diretto ad Acapulco, ah mi catapulto
Sono il tipo farabutto nel fare brutto
C’è una luce blu che filtra dalle tapparelle
Esco fuori tra gli squali con le scarpe in pelle
Raggi di luna riflessi sopra le pistole
Per ogni Giuda c’è un Messico che Dio non vuole
Sai che combinazione (uoh), ho la combinazione (uoh)
Mi restano 24 ore e una 24 ore (uoh)
Ho un piano in mente per la fuga
Vogliono la mia carne cruda
Ho l’anima che suda sotto la mia giacca
Vogliono prendere la luna riflessa nell’acqua

Non servirà, non basterà
Sparare alla luna per dormire stanotte
Non servirà, non basterà
Sparare alla luna per dormire stanotte

Tocco il fondo come il verme del Mezcal
In questo gioco sporco sono il verme per l’esca
Ho il pacco con il fiocco non mi serve la festa
Se non paghi il conto sai chi perde la testa
Schiaccio il pedale per Gudalajara (ehi)
Cazzo non parlare fra guarda la cara (ehi)
Niente resta puro da qui a Tijuana (ehi)
Tranne le mie scarpe in pelle d’iguana (uh)
Raggi di luna riflessi sopra le pistole
Questi ragazzi andranno in cielo in jet, se Dio lo vuole
Il vento suona la sua armonica tra i campi di viole e campi di mota
Nuvole viola, taglia la gola taglia la coca
Patto di sangue, scambio di merce pessima idea
Piatto che piange, la fortuna cieca è una pessima dea
Uomo a terra come in trincea, come in moschea
Sono io l’infiltrato, il boss della DEA

Non servirà, non basterà
Sparare alla luna per dormire stanotte
Non servirà, non basterà
Sparare alla luna per dormire stanotte

Non sentirò gli spari
Oggi mi sveglio domani
C’è una canna che fuma
Sotto questa luna
Non sentirò gli spari
Oggi mi sveglio domani
C’è una canna che fuma
Sotto questa luna

Non servirà (ho sentito gli spari), non basterà (so come lo vuoi)
Sparare alla luna per dormire stanotte (so che non dormirò)
Non servirà (ho sentito gli spari), non basterà (so come lo vuoi)
Sparare alla luna per dormire stanotte (so che non dormirò)

Writers: Maurizio Pisciottu, Silvano Albanese 


PxM 

Prega per me, prega per me
Prega per me, prega per me
Prega per me, prega per me
Ehi, ehiOggi non mi pento, domani forse
Strofino la coscienza sulle mani sporche
Droghe nel mio co-, droghe nel mio cocktail
Non la passo mai, ho le cartine corte
Il tuo mestiere è fare lo YouTuber
Non era meglio se vendevi il fumo?
Sono sempre fuori come un Uber
Ma giuro che non aspetto nessuno
Bambini idioti come Lil Xan
Sciacquatevi la bocca con il Dixan
Quando parlate delle mie fan
Volano testate come Zidane

Pregherei per me quando non ci sarò
Io non ho paura delle malattie
Sono uno scrittore, no, non morirò
C-c-c-ci sarò sempre
C-ci sarò sempre

Prega per me, prega per me (eh)
Prega per me, prega per me (eh)
Prega per me, prega per me (eh)

Ehi
Cammino barcollante sembro alcolizzato
Dio non mi risponde e m’ha visualizzato
Se penso ad Asia Argento sono ricco dentro
Perché manco se mi paga glielo ficco dentro
Rapper che fanno i fenomeni in studio
Ma non sanno fare uno show
Ho un milione di buone ragioni per dire di no ad un talent show
Io non torno indietro come il karma
Perché sì, hanno preso la mia calma
Fortuna che spesso collasso
Perché faccio il passo più lungo della canna
Spendo in catene, bracciali, le borse, gli occhiali, in ciabatte Supreme
Locali, puttane, ruffiane e ruffiani sì fateli uscire di qui
Sarà questa moda che cambia
Aspetta frà ti dico “ferma”
Io non sono il nuovo che avanza
Sono il vecchio che si riconferma

Pregherei per me quando non ci sarò
Io non ho paura delle malattie
Sono uno scrittore, no, non morirò
Ci sarò sempreC-ci sarò sempre

Prega per me, prega per me
Prega per me, prega per me
Prega per me, prega per me

C-ci sarò sempre
C-ci sarò sempre

Writers: Maurizio Pisciottu


Il cielo nella stanza (Salmo – Nstasia) 

Se chiudo gli occhi è solo per vederti
In questo film ci sei tu (ehi)
I titoli di coda stanno fermi, siamo noi che andiamo giù (ehi)
Ho il sole in faccia se ridi (woh)
Sei bella pure se gridi (woh)
Giuro, posso darti molto più di ciò che sottolinei nei libri (woh)
Guarda che cosa mi fai, nudo davanti a sto pubblico
Non sono il tipo lo sai, i versi d’amore mi fanno sentire uno stupido
Finisce che prendo a cazzotti le porte
Dici sei pazzo, ma pazzo di te
Dopo scopiamo, tu vieni sei volte
Cazzo diranno i vicini di me?
Sei la poesia che non ho scritto
La canzone che non esiste
La città che non ho visto
Fai sembrare tutta questa merda meno triste
A volte sono un mostro, il cuore chalet
Freddo come il posto che piace a te
Lacrime d’inchiostro con il tuono
Chiedono del nostro amore, De André, eh

Ho chiuso il cielo, nella stanza ho le pareti blu (ehi)
Ho perso la ragione, la ragione sei tu
Che mi fai andare fuori, seh
Tu mi fai andare fuori

You’re like the beat of my heart, we keep on
Baby please forgive me I love hard
Shall we need space, turn around and get closer, then we
Back together and back together again (ehi, ehi)

Potrei guardarti per ore
Ma oggi non posso, domani lo giuro
Mani ghiacciate sul cuore
Mani sul collo, mani sul culo
Scusa il mio tocco di classe (ehi)
Ma credo la terra sia piatta (ehi)
Quando sei qui il mondo inverte il suo asse (ehi)
E scivoli tra le mie braccia
Il cuore si ferma, cambiamo le pile
Queste parole fan come fucili
Passa un secondo tra il dire e il morire
Non basta una vita per farle capire (ehi)
L’amore fa perdere il lume
È come l’inferno ma piovono piume
Io sono il tipo che sta sulle sue
Questa coperta non basta per due
Può fare freddo anche il 15 agosto
E tu sei dall’altra parte del mondo
So che è scontato guardare le stelle
Vivo un secondo che dura per sempre

Ho chiuso il cielo, nella stanza ho le pareti blu (ehi)
Ho perso la ragione, la ragione sei tu
Che mi fai andare fuori, seh
Tu mi fai andare fuori

You’re like the beat of my heart, we keep on
Baby please forgive me I love hard
Shall we need space, turn around and get closer, then we
Back together and back together again

Senti come fa, senti come fa
La canzone che ho scritto per te
Non te l’aspettavi invece eccola qua
Non te l’aspettavi da uno come me, nah

Writers: Maurizio Pisciottu, Ashley Nastasia Griffin


Tiè

Oh vecio, e ora? Tutto ben?
Sto disco de Salmo? Sempre vanti
Fame saver quando che te torni casa che ‘ndemo a bevarse quatro graspe
Intanto, stame ben, cia

Writers: Maurizio Pisciottu, Davide Pavanello


Ora che fai? 

Eh, ora che, ora che, ora che, ora che
Ora che ho il vuoto sotto I piedi
Ora che mi cerchi e non mi trovi
Ora che ho tutto e non ho niente
Ora che non voglio amici nuovi
Ora che ora che ora che ora che ora che fai? (Eh?)
Ora che ora che ora che ora che ora che fai? (Eh?)
Ora che non bado a quanto costa
Ora che mi leggono il futuro
Puttana vuoi salire sulla giostra?
Ora che hanno aperto I calcinculo
Ora che ora che ora che ora che ora che fai? (Eh?)
Ora che fai? Ora che fai? Ora che fai? (Eh?)

Ora che brucio coi fiori del male
Siamo in simbiosi per la stessa fama
Ho fatto il possibile per farmi odiare
Perché quando sei una merda la gente ti ama
Baby io non ho pietà
Mi porteranno a casa in braccio come La Pietà
Per amarti forse no, no non ho più l’età
Non ho più l’età, no non ho più l’età
Non ho più l’età (bitch)

Ora che lo faccio perché posso
Ora che potrei vestirmi d’oro
Ora che ho ancora gli occhi addosso
Ora che mi sento così solo
Ora che ora che ora che ora che ora che fai? (Eh?)
Ora che ora che ora che ora che ora che fai? (Eh?)
Ora meglio andare giù pesante
Fino ad avere il sangue sulle nocche
I ragazzini non si sporcano le scarpe
Vuoi venire a fare il karaoke?
Ora che ora che ora che ora che ora che fai? (Eh?)
Ora che fai? Ora che fai? Ora che fai? (Eh?)

Ora che brucio coi fiori del male
Siamo in simbiosi per la stessa fama
Ho fatto il possibile per farmi odiare
Perché quando sei una merda la gente ti ama
Baby io non ho pietà
Mi porteranno a casa in braccio come La Pietà
Per amarti forse no, no non ho più l’età
Non ho più l’età, no non ho più l’età
Non ho più l’età

Ora che ora che ora che ora che ora che fai? (Eh?)
Ora che ora che ora che ora che ora che fai? (Eh?)

Ora che ora che ora che fa?Ora che ora che ora che ora che ora che
Ora che ora che ora che ora che ora che ora che ora che
Ora che fai?

Writers: Maurizio Pisciottu, Daniele Mungai, Daniele Dezi


Perdonami 

Se dico quello che penso
Non resta neanche un amico
Sono una merda confesso
Se penso a quello che dico (ah)
Perdonami (yeah)
Perdonami (yeah)
Perdona perdona perdonami (ah)
Perdonami (yeah)
Perdonami (yeah)
Perdona perdona perdonami (hey)

I rapper di ora si vestono male (yeah)
E cantano male (yeah)
E più fanno schifo più sale la fama (yeah)
Ti sembra normale? (ah)
È come se adesso ti vomito in faccia (yeah)
Ti passa la fame (ah)
Le tipe che schiacci non le farei neanche toccare dal cazzo del cane (hey)
È meglio se fuggi (ah)
Tu non c’hai la stoffa bro, taglia e ricuci (ah)
In Italia nessuno lavora ma rubano in casa e poi vanno da Gucci (uh)
E cazzo ti ostenti (uh)
Se vivi di stenti (hey)
Sei un tipo stipato che sogna stipendi (ayy)
Staccare gli assegni
Pirata ai Caraibi (ah)
Ho un flow da karate ti levo i carati dai denti (ah)
Uno schiaffo e ti svegli
Problemi al cervello bro spegni e riaccendi spegni e riaccendi
Sabato sera (brr)
Dopo le quattro hai la faccia di cera
Vacanze in riviera, leccando una figa pisciata che sa di ringhiera
Chi accende le radio è un over 50 si pompa gli Stadio
Poco evoluto va ancora allo stadio
Un vero cornuto non guarda mai dentro l’armadio
Male male? Tutto bene no?
Male male? Tutto bene no?
Male male, male male, male male, hey (hey)

Scrivo piu chiaro possibile (ah)
Se non capisci riassumo (yeah)
Bravo hai una mira infallibile (ah)
Ma non colpisci nessuno (ayy)

Perdonami (yeah)
Perdonami (yeah)
Perdona perdona perdonami (ah)
Perdonami (yeah)
Perdonami (yeah)
Perdona perdona perdona

Perdona il peccato (uh)
Ricorda il mio nome (ah)
Sei il tipo sfigato che sogna di fare l’attore
Peccato sei quello che muore (ah)
Fa-farò la veglia (ah)
Quando suona la sveglia (ah)
Io non posso andare in tele perchè se ci vado
Poi mi parte la bestemmia (oh ma porco d-)
Pardonnez-moi, pardonnez-moi
Hai fegato bra, pâté de foie
Se riesci a distinguerti in questa città
Sei come una zebra a pois (yeah)
Anche se smetto col fumo (ah)
Ti ascolto mi sembri qualcuno (yeah)
Scusa la spocchia io sono uno
Voi centomila, nessuno (hey)

Se dico quello che penso
Non resta neanche un amico
Sono una merda confesso
Se penso a quello che dico (hey)
Perdonami (yeah)
Perdonami (yeah)
Perdona perdona perdonami (ah)
Perdonami (yeah)
Perdonami (yeah)
Perdona perdona perdonami (hey)

Scrivo piu chiaro possibile (ah)
Se non capisci riassumo (yeah)
Bravo hai una mira infallibile (ah)
Ma non colpisci nessuno (hey)
Perdonami (ah, yeah)
Perdonami (ah, yeah)
Perdona perdona perdonami (hey)

Perdonami (ah, yeah)
Perdonami (ah, yeah)
Perdona perdona perdonami (hey)

Writers: Davide Mattei, Maurizio Pisciottu


Lunedì 

Ah, yeah

Non preoccuparti che in ‘sta fogna nasci con le branchie
Dico grazie a me stesso quindi bro, danke
Se la fama è un inferno vengo con Dante
Ho la grana, intendo, vengo contante
Se il talento è una condanna giuro pago pegno
La mia vita è come un tuffo in un lago di legno
Sarà che voglio farti il buco per lasciare un segno
Tu che sembri così duro, allora fallo meglio
A volte penso di bruciare come lava in fiamme
Rido solo se mia madre mi lava le canne
Sto davanti allo specchio a far mille domande
Divento vecchio mi chiedo cazzo farò da grande
Magari cambio Stato e schizzo la tipa dentro
Chiudo le porte al passato con le dita dentro
Meglio restare solo e darti una vita in grembo
Perché comprare un mitra solo per sparare al vento

Una vita di corsa, la vita non aspetta
Ma già la vita è corta, tu vuoi la vita stretta
Ti lascerò la borsa perché tieni alla vita
Un giorno si farai la storia è la storia infinita
Vorrei dirti che un giorno ci prenderemo tutto
Ma con le lacrime agli occhi devo svelare il trucco
Qui non abbiamo amici, se resti fuori impari
Sono i diamanti dici a farci i solitari

Questo è un altro lunedì di sabato sera
Quindi per favore puoi lasciarmi solo
Mi sento come un lupo quando è luna piena
Guardo la tempesta che distrugge il molo
Hai visto quanto è brutto il mare d’inverno
Fortuna che c’ho sempre gli occhiali da sole
Non voglio compagnia neanche all’inferno
La gente come me morirà da sola
La gente come me morirà da sola
La gente come me morirà da sola
La gente come me morirà da sola
La gente come me morirà da sola

Ho paura di impazzire e andare fuori
Mi voglio ripulire e dare colpe alla droga
Dici se non piove non crescono i fiori
Io sono ottimista e ci piscerò sopra
Sai che certe notti mi trapassa un’idea
Ho voglia di affogare ma c’è bassa marea
Se sono ancora vivo perché da quando scrivo
Bro non respiro vivo in apnea
Tutto così complicato
Certi giorni gioco all’impiccato come Geordie
Mentre conto i soldi
E penso quando galleggiavo nella fogna con Georgie (ehi)
Questa trottola che gira non si ferma più
Mi ricorda che sto incubo è così reale
Fare un buco nella testa per cadere giù
Solamente per il gusto di farmi male
Dormo nella culla di Dio
Perso tra il nulla e l’addio
Ho scritto al creatore mi ha detto
“Se cerchi risposte in questione c’è il link sulla bio”
Felice per te che hai imparato a sorridere
So che fa ridere io non so ridere
Con il cuore in gola voglio solo vivere, scrivere, morire, rivivere ancora

Questo è un altro lunedì di sabato sera
Quindi per favore puoi lasciarmi solo
Mi sento come un lupo quando è luna piena
Guardo la tempesta che distrugge il molo
Hai visto quanto è brutto il mare d’inverno
Fortuna che c’ho sempre gli occhiali da sole
Non voglio compagnia neanche all’inferno
La gente come me morirà da sola
La gente come me morirà da sola
La gente come me morirà da sola
La gente come me morirà da sola
La gente come me morirà da sola

Writers: Maurizio Pisciottu, Daniele Mungai, Daniele Dezi, Jacopo Lazzarini