Vai al contenuto
Home » Siamo Solo Noise – Delux Edition (album)

Siamo Solo Noise – Delux Edition (album)

Pubblicità

Artist: Bengi & Fede
Released: March 2, 2018
Genre: Pop
Language: Italian, Enghlish, Spanish
Label:Warner Music GroupWarner Music Italy
Prize:
Track listings:

  • 1 | Da Grande – (Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 2 | Incendio-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 3 | On Demand (Benji & Fede -Shade)-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi, Vito Ventura)
  • 4 | Niente Di Speciale-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 5 | XX Settembre-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 6 | Sempre-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 7 | Moschow Mule-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi, Federica Abbate, Fabio Clemente, Alessandro Merli, Rocco Pagliarulo )
  • 8 | Siamo Solo Noise-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 9 | Take Away-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 10 | Glu Glu-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 11 | Disordine-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 12 | Buona Fortuna-(Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 13 | Ca Bene Così(Benjiamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 14 | Incendio (Acoustic) – (Benjamin Mascolo, Federico Rossi)
  • 15 | Buona fortuna (Acoustic) – (Benjamin Mascolo, Federico Rossi)

 

Da Grande

Da grande voglio fare il pompiere
Da grande voglio fare il dottore, perché voglio salvare la vita alle persone che stanno male
Da grande voglio fare il poliziotto

Da grande voglio fare la ballerina

(Hey, hey, hey hey)

Da grande voglio avere te al mio fianco e dirti cose
Che nessuno ti ha mai detto prima
Ti insegnerò a guardare oltre le luci dei lampioni
Per vedere le stelle ed arrivare in cima
Resteremo piccoli nel mondo dei giganti
Sceglieremo i vicoli alle strade troppo grandi
In fondo così simili saremo incomprensibili
Agli occhi della gente che non riuscirà a vedere

(Wouh oh oh oh, ouh oh oh oh)
(Wouh oh oh oh, ouh oh oh, hey)
(Wouh oh oh oh, ouh oh oh oh, oh)

Da grande voglio fare
Da grande voglio fare lunghi viaggi e non pentirmi
Da grande voglio credere che il cielo non ha fine
Amarti pure quando pensi che tutto va storto
La testa fra le nuvole anche senza passaporto
E stare in equilibrio senza un filo logico
Senza avere alcun appiglio, gli scienziati sbagliano

Parapaparara, rapapa, rapaparapa
Parapaparara, rapapa, rapaparapa

Da grande proverò a giocare con i miei difetti
Mostrandoti che a volte è bello essere se stessi
Non cercherò la gloria come molti in precedenza
Ma sognerò la vita nella sua pura essenza
Ci spingeremo oltre le paure quotidiane
E rimarremo in piedi sempre sulle stesse strade
In fondo così simili saremo incontenibili
Agli occhi della gente che sa solo giudicare

(Wouh oh oh oh, ouh oh oh oh)
(Wouh oh oh oh, ouh oh oh, hey)
(Wouh oh oh oh, ouh oh oh oh, oh)

Da grande voglio fare
Da grande voglio fare lunghi viaggi e non pentirmi
Da grande voglio credere che il cielo non ha fine
Amarti pure quando pensi che tutto va storto
La testa fra le nuvole anche senza passaporto
E stare in equilibrio senza un filo logico
Senza avere alcun appiglio, gli scienziati sbagliano

Parapaparara, rapapa, rapaparapa
Parapaparara, rapapa, rapaparapa

E imparerò a volare, si
Imparerò a volare, eh
Imparerò a volare, eh
Imparerò a volare, eh eh eh

Da grande voglio fare
Da grande voglio fare lunghi viaggi e non pentirmi
Da grande voglio credere che il cielo non ha fine
Amarti pure quando pensi che tutto va storto
La testa fra le nuvole anche senza passaporto
E stare in equilibrio senza un filo logico
Senza avere alcun appiglio, gli scienziati sbagliano

Parapaparara, rapapa, rapaparapa
Parapaparara, rapapa, rapaparapa
Parapaparara, rapapa, rapaparapa
Parapaparara, rapapa, rapaparapa

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Incendio

Noi siamo un patto, oh oh
Dammi la mano, oh oh
E poi ci lanciamo, oh oh

Dal decimo piano, oh oh

E questa stanza, ah ah
Diventa una goccia, ah ah
Rimasta da sola, ah ah
Sulle tue ginocchia, ah ah

Tanto so volare, eh eh
Il fuoco sul mare, eh eh
Non ti preoccupare, eh eh
Paura non ne ho avuta mai

Come una nota ti sento
Sembra che parli muovendo
Solo i capelli nel vento
Sembra che bruci da dentro
Come una nota ti sento
Sembra che parli muovendo
Solo i capelli nel vento
Ti salverò da un incendio
Ti salverò da un incendio

Non credo alle favole, eh
Ma le scrivo pensando a te
Le mille e una notte, eh eh
Le dune su questo parquet
Sei quel che mi pare, eh eh
Livello finale, eh eh
Non ti preoccupare, eh eh
Io so già come finirà

Come una nota ti sento
Sembra che parli muovendo
Solo i capelli nel vento
Sembra che bruci da dentro
Come una nota ti sento
Sembra che parli muovendo
Solo i capelli nel vento
Ti salverò da un incendio
Ti salverò da un incendio

Con te tra il fumo e la cenere
Con te, l’unica in cui voglio credere
Con te, l’unica in cui voglio credere
Con te, con te
Con te, tra il fumo e la cenere
Con te, l’unica in cui voglio credere
Con te, l’unica in cui voglio credere
Con te, con te

Come una nota ti sento
Sembra che parli muovendo
Solo i capelli nel vento
Ti salverò da un incendio
Ti salverò da un incendio
Ti salverò da un incendio
Ti salverò da un incendio

Da queste fiamme ti salverò

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Video

On Demand (Benji & Fede -Shade)

What-what-what the fuck?

Click, click, click

Nuovo cinema
Click, click, click
Questo è il nuovo cinema

Ti svegli in un film
Non puoi scegliere, la mia vita in un click
Sarebbe bello se
Tutte le volte che ho perso, avessi vinto
Quando sono stato onesto, avessi finto
Tutte le scene di sesso, le vedrei a rallentatore
Per ore, per ore, per ore
Ci sono cose che
Non puoi rimandare
Sarebbe bello se fosse on demand
Andrei avanti veloce
Ma non cambierei canale
Ma-ma-ma non cambierei canale

Il mondo sta a guardare
Come in un cinema
Noi siamo un grande film, senza pubblicità
Vorrei mandare indietro il tempo a qualche anno fa
Peccato che
La vita non è, non è, non è, non è
On demand

La vita non è un film in dvd di serie B, non va così
Sto nel mio mondo, Amelie
Vi farei fuori come Kill Bill
Prendo appunti, Moleskine
C’è chi scrive e chi fa screen
Io che penso in HD
Non ho un piano B ho un piano Big
Mi parli dei tuoi piani e dico: Sì, belli
Ma sono un bugiardo, bugiardo come Jim Carrey
Tu vuoi i posti in prima fila ma senza contare
Che più sei vicino allo schermo e più vedi male

Il mondo sta a guardare
Come in un cinema
Noi siamo un grande film, senza pubblicità
Vorrei mandare indietro il tempo a qualche anno fa
Peccato che
La vita non è, non è, non è, non è
On demand

Non è, non è, non è, non è
On demand
Non è, non è, non è, non è
On demand

Click click click
Nuovo cinema
Click click click
Nuovo cinema
Click click click
Questo è il nuovo cinema

Il mondo sta a guardare
Come in un cinema
Noi siamo un grande film, senza pubblicità
Vorrei mandare indietro il tempo a qualche anno fa
Peccato che
La vita non è, non è, non è, non è
On demand

E lo so, si lo so
Più le cose sono belle e meno durano
Per questo vivo ogni secondo e spingo al massimo
E do tutto ciò che ho per questo grande show

Se siamo ancora qui è perché non siamo morti
Non ho un’amante ma ho uno scheletro nel guardaroba
Siamo eroi Marvel perché la nostra storia
Continuerà anche dopo i titoli di coda

Writers:Benjamin Mascolo, Federico Rossi, Vito Ventura


Niente Di Speciale

Ci sono cose che non vedi nella gente
E ferite aperte nascoste sotto pelle
Cicatrici di una vita passata

Di chi ha dato troppo amore alla persona sbagliata
E torno a casa dopo una lunga giornata
Fisso le pareti e penso a tutto ciò che manca

Le foto di quella vacanza fatta insieme in un paese
Troppo grande da vedere in una settimana
Odio tutto in questa stanza
È una terra desolata
Che sembra il Sahara
E basta poco
Per accorciare la distanza
Certe volte basta una telefonata
Ma questa volta ha detto basta
Ha detto solo basta

Eri tutto
Ora sei niente di speciale
Butto tutto ciò che ci rimane
Tra la tv, i film di Hollywood
E le notizie dei giornali
Eri tutto
E ora sei niente, niente di speciale

Un elettrone, tu sei un elettrone
Facciamo reazione e tutto esplode, boom
Hanno dato un nome a questo legame
Si chiama amore

Il mio cuore è indipendente
È scisso dalla mente
Anche se non vorrebbe
Sento le proteste di uno stomaco ribelle

Che si contorce su se stesso lentamente
Perché alla fine chi ci tiene di più è chi ci perde
Sono un perdente

Tutto
Ora sei niente di speciale
Butto tutto ciò che ci rimane
Tra la tv, i film di Hollywood
E le notizie dei giornali
Tutto
E ora sei niente, niente di speciale

(Ouh ah, ah ah ah ah ah, ah ah)
(Oh, ouh ah, ah ah ah ah ah, ah ah)
(Oh, ouh ah, ah ah ah ah ah, ah ah)
(Oh, ouh ah, ah ah ah ah ah, ah ah)

Eri tutto
E ora sei niente di speciale
Butto tutto ciò che ci rimane
Tra la tv, i film di Hollywood
E le notizie dei giornali
E spengo la tv perché non ci sei più
E siamo usciti dai mondiali

Eri tutto
E ora sei niente, niente di speciale
Non resta niente, niente di speciale

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi


XX Settembre

E ti rivedo in piedi alla finestra
Dietro i murales della vecchia scuola
Chissà se ci pensi ancora

Quando bevi un po’ la sera
Questi anni che passano in fretta
Quando piove e la città è deserta
Chiudo gli occhi, tu ti spogli
In slow motion dentro ai miei ricordi

Non posso più fingere
Di stare bene, se non ci sei

Niente è per sempre
Tu sei il mio niente
Se in futuro non ci sarai
Ti aspetterò sempre al XX Settembre
Niente è per sempre
Se mi cerchi e non lo sai
Ti aspetterò sempre al XX Settembre

Costretto a vivere dentro a un flashback
Con la mente in cerca di un perché
Perché ci siamo persi?
Cosa ho fatto per allontanarti?

Non posso più fingere
Di stare bene, se stiamo insieme
Come ci viene, hm
Non posso più fingere
Di stare bene, nemmeno un po’

Niente è per sempre
Tu sei il mio niente
Se in futuro non ci sarai
Ti aspetterò sempre al XX Settembre
Niente è per sempre
Se mi cerchi e non lo sai
Ti aspetterò sempre al XX Settembre

(Oh oh oh oh, oh oh oh, oh)
XX Settembre
(Oh oh oh oh, oh oh oh, oh)

Niente è per sempre
Tu sei il mio niente
Se in futuro non ci sarai
Ti aspetterò sempre al XX Settembre

Writers:Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Sempre

Ero seduto su quella panchina al parco senza senso
Affianco a me si era seduta una signora
Mi ha detto che sei quella giusta

Quella che anche se sei perso infondo al mare
Prima che anneghi ti trova

E che se il mondo girasse come dovrebbe
Due come noi starebbero insieme per legge
E che se il mondo girasse come dovrebbe
Ma il mondo no non sa girar come dovrebbe

Fa quello che gli pare e noi uguale, e noi uguale
Fa quello che gli pare e noi uguale, e noi uguale, e noi uguale

Sempre col vento contro
Sempre col mare mosso
Sempre perché l’unica parola che conosco
Sempre ad ogni costo
Sempre fino a che posso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso (eh eh)
Sempre che, sempre che

E alla fine ho letto anche quel libro strano
Di quello scrittore bravo, ma che nessuno capisce
E ho capito che si ama se si donano le proprie preferenze
Solo a chi si preferisce

E che se il mondo girasse come dovrebbe
Saremmo noi due quelli che preferirebbe
E che se il mondo girasse come dovrebbe
Ma il mondo no non sa girar come dovrebbe

Fa quello che gli pare e noi uguale, e noi uguale
Fa quello che gli pare e noi uguale, e noi uguale, e noi uguale

Sempre col vento contro
Sempre col mare mosso
Sempre perché l’unica parola che conosco
Sempre ad ogni costo
Sempre fino a che posso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso (eh eh)
Sempre che, sempre che

E cosa posso farci se colleziono sbagli?
E sono pieno di torti
Torti nei tuoi confronti
Ti fanno andare via poi non vedo l’ora che torni
Muoio di nostalgia ma poi vivo dei nostri giorni
Perché tu per me sei una canzone da ballare
L’acqua che sa di sale come fossimo al mare
Anche se siamo soltanto qui ad aspettare
Qui ad aspettare

Sempre col vento contro
Sempre col mare mosso
Sempre perché l’unica parola che conosco
Sempre ad ogni costo
Sempre fino a che posso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso
Sempre che l’universo non ci crolli addosso (eh eh)
Sempre che, sempre che

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Video

Moschow Mule

Io che non so nuotare
Ho imparato da poco
Io che non so ballare
Faccio ballare loro
E non mi chiedere a cosa penso
Perché sono mesi che non penso
Vorrei andare in un posto diverso
Ultimamente me ne frega un terzo

Sai quanto me ne importa di una casa in centro?
Dei mille discorsi in giro su di me?
A pensare male a volte si fa centro
E a pensare agli altri ho trascurato me

Poi è arrivata l’estate
Ho imparato a nuotare, sto imparando a ballare
‘Sto posto è stupendo, non ci sto credendo

L’abbiamo fatto davvero
Potremo dire: Io c’ero
Abbiamo preso un aereo
Poi siamo saliti più in alto, più in alto del cielo
E non voglio tornare
E anche se tutto si spegne
La musica scende
Tu non ti fermare continua a cantare

Quel giorno davvero
Davvero, davvero, davvero, davvero
Potremo dire: Io c’ero
Io c’ero, io c’ero, io c’ero, io c’ero

Io che non so baciare
Ho imparato da poco
Io che non so parlare
Lascio parlare loro
E non mi chiedere se è tutto a posto tu
Piuttosto metti meno ghiaccio al Moscow Mule
Non andare in ansia se non posto più
Ti ricordo che non mi hai risposto più

Sta finendo l’estate
Ho imparato a baciare, sto imparando a parlare
‘Sto posto è stupendo, non ci sto credendo

L’abbiamo fatto davvero
Potremo dire: Io c’ero
Abbiamo preso un aereo
Poi siamo saliti più in alto, più in alto del cielo
E non voglio tornare
E anche se tutto si spegne
La musica scende
Tu non ti fermare, continua a cantare

Quel giorno davvero
Davvero, davvero, davvero, davvero
Potremo dire: Io c’ero
Io c’ero, io c’ero, io c’ero, io c’ero

E sotto un cielo d’Agosto
Il sole bacia il mare
E io bacio te
Che mi dicevi: Andiamo via di nascosto
Lontani dal mondo
Lo dicevi sempre, poi

L’abbiamo fatto davvero
Potremo dire: Io c’ero
Abbiamo preso un aereo
Poi siamo saliti più in alto più, in alto del cielo
E non voglio tornare
E anche se tutto si spegne
La musica scende
Tu non ti fermare, continua a cantare

Quel giorno davvero
Davvero, davvero, davvero, davvero
Potremo dire: Io c’ero
Io c’ero, io c’ero, io c’ero, io c’ero

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi, Federica Abbate, Fabio Clemente, Alessandro Merli, Rocco Pagliarulo


Siamo Solo Noise

L’alba che sale e il suono della sabbia dentro un passaporto
L’odore del mare
In testa ho mille polaroid, se scuoto la testa mi ricordo

Tutto riappare

Vorrei portarti dove il tempo si è fermato anni fa
Dove non ci sono orari
Farti felice è un lavoro e per la tua felicità
Farei gli straordinari
(Wouh oh oh)

Siamo solo noise
Ti porto in un’estate
Che non finisce mai
Siamo solo noise
Ti porto a casa il mare
Non servono le Hawaii
Siamo solo noise
(Wouh oh oh, wouh oh oh oh)

Rompiamo tutte le clessidre e poi rubiamogli la sabbia
Facciamone una spiaggia
E ti proteggerò da tutto costruendoti una casa
Con le mie braccia

E sotto un cinema di stelle
Noi sdraiati con gli occhiali tridimensionali
Mentre affondiamo nella notte
In mano due noci di cocktail
E brindiamo a domani
(Wouh oh oh)

Siamo solo noise
Ti porto in un’estate
Che non finisce mai
Siamo solo noise
Ti porto a casa il mare
Non servono le Hawaii
Siamo solo noise

Lascia stare tutto, non pensare a niente, il resto
Lo vedremo poi

E se vuoi
Ti porto in un’estate che non finisce mai
E siamo liberi e leggeri
Come astronauti nello spazio
A cavallo di una mezza luna in due senza casco
Oltre i limiti del cielo
E le foto ricordo ce le fanno gli autovelox
(Wouh oh oh)

Siamo solo noise
Ti porto in un’estate
Che non finisce mai
Siamo solo noise
Ti porto a casa il mare
Non servono le Hawaii
Siamo solo noise

Lascia stare tutto, non pensare a niente, il resto
Lo vedremo poi
E se vuoi
Ti porto in un’estate che non finisce, non finisce, non finisce mai
Che non finisce, non finisce, non finisce mai
Che non finisce, non finisce, non finisce mai

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Take Away

I miei amici sono bravi, bravi a cucinare
Quando voglio take away li chiamo al cellulare
Sempre di buonumore, sarà che è naturale

I miei amici sono bravi, bravi a cucinare, eh eh

Persone che vivono così
E affrontano la vita come sul ring
Giriamo il mondo tatuati
Ci credono dei vandali o dei criminali
Ogni scarabocchio ha un significato
Per più o meno tutti a parte l’aeroplano
È vero quella volta ero un po’ ubriaco
Ma signora stia tranquilla, non sono cambiato

Il cielo è sempre più blu, eh eh eh eh, oh oh oh
Persi nel verde quaggiù, eh eh eh eh

I miei amici sono bravi, bravi a cucinare
Quando voglio take away li chiamo al cellulare
Sempre di buonumore, sarà che è naturale
I miei amici sono bravi, bravi a cucinare

Eh eh, eh eh eh eh, eh eh eh, oh oh oh oh

Ho qualche amico un po’ incostante
(Ma dai solo un po’)
Universitario ma non praticante
Suona il rullante come Travis Barker
E legge le cartine come un cartomante

Il cielo è sempre più blu, eh eh eh eh, oh oh oh
Persi nel verde quaggiù, eh eh eh eh

I miei amici sono bravi, bravi a cucinare
Quando voglio take away li chiamo al cellulare
Sempre di buonumore, sarà che è naturale
I miei amici sono bravi, bravi a cucinare

Eh eh, eh eh eh eh, eh eh eh, oh oh oh oh, oh oh oh
Eh eh, eh eh eh eh, eh eh eh, oh oh oh oh, oh oh oh

E all’improvviso ci troviamo persi quassù
Come eschimesi negli igloo
E mi chiedo cosa di più bello c’è
Se non trovarmi tutto perso a fare niente
Come con zero gradi con i piedi sul parquet
Come una sala da cinema di un hotel
Senza un futuro nelle mani
Ma con in mano un razzo jet

Il cielo è sempre più blu, eh eh eh eh, oh oh oh
Persi nel verde quaggiù, eh eh eh eh

I miei amici sono bravi, bravi a cucinare
Quando voglio take away li chiamo al cellulare
Sempre di buonumore, sarà che è naturale
I miei amici sono bravi, bravi a cucinare

Eh eh, eh eh eh eh, eh eh eh, oh oh oh oh, oh oh oh
Eh eh, eh eh eh eh, eh eh eh, oh oh oh oh

Take away, take away, take away, eh, okay
Take away, take away, take away, eh
E prendo take away e volo fly away

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Glu Glu

Ti ho vista da lontano
Fumavi di nascosto
Avevi le gambe lì

Ma la testa in un altro posto
Le luci dentro al bar
E io che non ti conosco
Il primo giro lo offri tu
Al secondo ci vedo doppio

Ti rincorro finché posso
Finché ti crollo addosso
Come un muro che cade giù
Beviamo ancora, ancora
Glu glu, glu glu, glu glu, glu glu

Andiamo a casa tua
Oppure a casa mia
Va bene qualunque casa
Va bene qualunque via
Va bene qualunque cosa
Mentre la notte diventa rosa, ah ah

Ma non mi sveglio domani
Finché non mi richiami
Ti ho lasciato il mio numero sopra le mani
E poi ti ho persa come un mazzo di chiavi
Non faccio un cazzo domani
Se tu non mi richiami
Ti ho lasciato il mio numero sopra le mani
E non so nemmeno come ti chiami

Forse ho perso la testa
Forse l’ho solo rotta
Forse tu sei diversa
Forse stanotte ho perso la rotta
Ma stasera sei bella
E per me pure troppo
Forse ci sono solamente rimasto sotto
Giuro che non bevo più
Glu glu, glu glu, giuro che non bevo più

Ma non mi sveglio domani
Finché non mi richiami
Ti ho lasciato il mio numero sopra le mani
E poi ti ho persa come un mazzo di chiavi
Non faccio un cazzo domani
Se tu non mi richiami
Ti ho lasciato il mio numero sopra le mani
E non so nemmeno come ti chiami

Giuro che non bevo più
Glu glu, glu glu, giuro che non bevo più
Giuro che non bevo più
Glu glu, glu glu, giuro che non bevo più

Ma non mi sveglio domani
Finché non mi richiami
Ti ho lasciato il mio numero sopra le mani
E poi ti ho persa come un mazzo di chiavi
Non faccio un cazzo domani
Se tu non mi richiami
Ti ho lasciato il mio numero sopra le mani
E non so nemmeno come ti chiami

Giuro che non bevo più

Writers:Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Disordine

Scatole vuote in giro per la mia casa
Calzini spaiati, i piatti non li ho lavati
La spazzatura che mi si è moltiplicata

Mi guardi male, perché perché sei arrabbiata?

Ma non è vero amore, non è vero
Abbiamo solo un diverso concetto di ordine
A me serve disordine

Tipo scartare un ovetto e mangiare la mia sorpresa
Mentre giro indeciso fra le corsie della spesa
Che non mi piace e so che non è una scusa
Però scuoto la testa, una cosa e già ti sei arresa?

Mi fai sorridere quando sei arrabbiata
Adesso resterai così tutta la strada
Dirai che sono viziato da una vita
Solo perché non mi piace fare la fila

Ma non è vero amore, non è vero
Abbiamo solo un diverso concetto di ordine
A me serve disordine
Ordine, a me serve disordine

O non capisco niente, del mondo e della gente
Mi serve solamente fare tutto il contrario
Faccio tutto il contrario

Ormai è chiaro che la mia condizione mentale
Sia data dall’inversione della notte col giorno
Ormai è chiaro che mi voglio svegliare
Ma non riesco ad aprire gli occhi e rimango in un sogno
Faccio tutto il contrario

Ma non è vero amore, non è vero
Abbiamo solo un diverso concetto di ordine
A me serve disordine
Ordine, a me serve disordine

O non capisco niente (ho)
Del mondo e della gente (oh oh oh)
(Oh, oh oh)

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Video

Buona Fortuna

Ma quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Se cerchi ancora la luna
Allora buona fortuna

Dimmi che tempo fa da soli
Segno bandiera rossa, in questo mare ci affoghi
Tu mi mandi fuori
Ed io rimango fuori
Proiettili al silenziatore
Dentro i miei pensieri
Due biglietti in tasca, non siamo mai partiti
Chissà come era poi domani
Se non ci fossimo divisi

Ma quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Se cerchi ancora la luna
Allora buona fortuna
Quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Tu non avere paura, ti dico buona fortuna

A volte una sola parola può fare un gran casino
Come gli schiaffi sulla faccia che coprono un sorriso
Avevo detto di andarci piano ma non mi sono pentito
Io non mi sono pentito
Mi guardi con gli occhi di Monna Lisa
Mi guardi il profilo e non il viso
Chissà come era poi domani
Se solo fossimo partiti

Ma quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Se cerchi ancora la luna
Allora buona fortuna
Quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Tu non avere paura, ti dico buona fortuna

E ti ho cercato in tutta la città, tra traffico e la vita
Io ti ho aspettata come quel regalo che poi non arriva
Deve essere già qua
Mi ricordo qualche anno fa
Tu che me lo ripetevi sempre
Tu puoi arrivare alla luna
Tu puoi arrivare alla luna

Quanto costa la felicità
Si può essere felici senza
Tu non avere paura, ti dico buona fortuna
E allora buona fortuna
E allora buona fortuna

Writers:Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Così Va Bene

Non sono sordo
ho sentito forte e chiaro
anche il dolore più nascosto
che mi han fatto
ed è brutto

non sono furbo
se pretendo ancora adesso
di non essere stato mai sconfitto
quindi sto zitto

Ma quanta solitudine
quanta stupidaggine
il male non è plausibile
ma non per questo inutile

Però va bene così
anche se è un giorno da scordare
va bene così
anche se è un giorno da buttare
però va bene comunque
che tanto il mondo va in avanti
va bene pure noi
che di chilometri ne abbiamo ancora tanti

Io sono salvo
ed è impossibile resistere alla vita
senza addosso qualche graffio
e non sono perso
perché un’ora di tristezza e una di gioia
durano lo stesso tempo
e quindi aspetto
ma quanta solitudine
per troppo tempo inutile
fuggivo le tue lacrime
per poi scoprirmi complice

Però va bene così
anche se è un giorno da scordare
va bene così
anche se è un giorno da buttare
però va bene anche tu
che mi hai deluso come tanti
va bene pure noi
che di comprenderci
non siamo ancora stanchi

E sì magari non avrò gambe forti da campione
ma ho il piglio e l’ambizione
e il male che mi han fatto non potrò mai perdonarlo
beh ci devo ancora lavorare forse

Però va bene così
anche se è un giorno da scordare
va bene così
anche se è un giorno da buttare
però va bene anche tu
che mi hai deluso come tanti
va bene pure noi
che di comprenderci
non siamo ancora stanchi
però va bene così

Writers:Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Incendio (Acoustic)

Noi siamo un patto
dammi la mano
e poi ci lanciamo
dal decimo piano
e questa stanza

diventa una goccia
rimasta da sola
sulle tue ginocchia
tanto so volare
il fuoco sul mare
non ti preoccupare
paura non ne avuta mai

Come una nota ti sento
sembra che parli muovendo
solo i capelli nel vento
sembra che bruci da dentro
come una nota ti sento
sembra che parli muovendo
solo i capelli nel vento
ti salverò da un incendio

Non credo alle favole
ma le scrivo pensando a te
le mille e una notte
le dune su questo parquet
sei quel che mi pare
livello finale
non ti preoccupare
io so già come finirà

Come una nota ti sento
sembra che parli muovendo
solo i capelli nel vento
sembra che bruci da dentro
come una nota ti sento
sembra che parli muovendo
solo i capelli nel vento
ti salverò da un incendio

Con te tra il fumo e la cenere
con te l’unica in cui voglio credere
con te l’unica in cui voglio credere
con te con te con te
tra il fumo e la cenere
con te l’unica in cui voglio credere
con te l’unica in cui voglio credere
con te con te

Come una nota ti sento
sembra che parli muovendo
solo i capelli nel vento
ti salverò da un incendio
da queste fiamme ti salverò

Writers: Benjamin Mascolo, Federico Rossi


Buona Fortuna (Acoustic)

Ma quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Se cerchi ancora la luna
Allora buona fortuna

Dimmi che tempo fa da soli
Segno bandiera rossa, in questo mare ci affoghi
Tu mi mandi fuori
Ed io rimango fuori
Proiettili a silenziatore
Dentro i miei pensieri
Due biglietti in tasca, non siamo mai partiti
Chissà com’era poi domani
Se non ci fossimo divisi

Ma quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Se cerchi ancora la luna
Allora buona fortuna
Quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Tu non avere paura, ti dico buona fortuna

A volte una sola parola, può fare un gran casino
Come gli schiaffi sulla faccia che coprono un sorriso
Avevo detto di andarci piano ma non mi sono pentito
Io non mi sono pentito
Mi guardi con gli occhi di Monnalisa
Mi guardi il profilo e non il viso
Chissà com’era poi domani
Se solo fossimo partiti

Ma quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Se cerchi ancora la luna
Allora buona fortuna
Quanto costa la felicità
Non ci resta che essere felici senza
Tu non avere paura, ti dico buona fortuna

E ti ho cercato in tutta la città, tra il traffico e la vita
Io ti ho aspettata come quel regalo che poi non arriva potrebbe essere già qua
Mi ricordo qualche anno fa
Tu che me lo ripetevi sempre
Tu puoi arrivare alla luna
Tu puoi arrivare alla luna

Quanto costa la felicità
Si può essere felici senza
Tu non avere paura, ti dico buona fortuna
E allora buona fortuna
E allora buona fortuna

Writers:Benjamin Mascolo, Federico Rossi

Enable Notifications OK No thanks